Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 50948 del 26/11/2015


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Ord. Sez. 7 Num. 50948 Anno 2015
Presidente: ROTUNDO VINCENZO
Relatore: PETRUZZELLIS ANNA

ORDINANZA

sul ricorso proposto da:
TONTOLI FRANCESCO N. IL 18/05/1971
ZAMBRANO ARTEAGA JEAN CARLOS N. IL 11/01/1993
avverso la sentenza n. 2292/2015 GIP TRIBUNALE di GENOVA, del
26/02/2015
dato avviso alle parti;
sentita la relazione fatta dal Consigliere Dott. ANNA
PETRUZZELLIS,

Data Udienza: 26/11/2015

R

6.4/Ls

P. Q. M.
La Corte dichiara inammissibili i ricorsi e condanna i ricorrenti al pagamento delle spese
processuali e della somma di € 1.500 (millecinquecento) ciascuno in favore delle Cassa delle
ammende.
Così deciso in Roma, all’udienza del 26 novembre 2015
Il P

Le difese di Tontoli Francesco e Zambrano i eati Carlos propongono ricorso avverso la
sentenza del 26/02/2015 con la quale il Tribunale di Genova ha applicato la pena concordata tra le
parti in relazione all’imputazione di cui all’art. 73 d.P.R. n. 309/90.
Nel ricorso di Tontoli si lamenta vizio di motivazione, ed in quello di Zambrano anche violazione di
legge con riferimento alla determinazione della pena.
I ricorsi sono inammissibili quanto alla contestazione della misura della pena, atteso che la sua
determinazione è intervenuta sulla base dell’accordo delle parti ed il giudice in tale situazione deve
valutarne solo la legalità, condizione che gi stessi ricorrenti non contestano, evocando un esercizio
t- di discrezionalità psul tnto o un onere argomentativo inconciliabile con la ratifica di un accordo
liberamente intervenut tra le parti che, nell’ipotesi di carenza di congruità della pena, può solo
condurre il giudicante a respingere la richiesta.

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA