Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 49749 del 24/11/2015


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Sent. Sez. 7 Num. 49749 Anno 2015
Presidente: PRESTIPINO ANTONIO
Relatore: CARRELLI PALOMBI DI MONTRONE ROBERTO MARIA

ANZA

(\”

sul ricorso proposto da:
PUMO GIOVANNI N. IL 01/09/1966
avverso la sentenza n. 6307/2013 CORTE APPELLO di TORINO, del
10/06/2014
dato avviso alle parti;
sentita la relazione fatta dal Consigliere Dott. ROBERTO MARIA
CARRELLI PALOMBI DI MONTRONE;

Data Udienza: 24/11/2015

RITENUTO IN FATTO E IN DIRITTO

Il/La CORTE APPELLO di TORINO, con sentenza in data 10/06/2014, parzialmente riformando la
sentenza pronunciata dal TRIBUNALE di VERCELLI, in data 16/05/2013, nei confronti di PUMO
GIOVANNI confermava la condanna in relazione al reato di cui all’art. 628 c.p.
Propone ricorso per cassazione l’imputato, deducendo il seguente motivo: violazione di legge e vizio
di motivazione con riferimento alla ritenuta responsabilità dell’imputato.
L’imputato è deceduto e pertanto va pronunciata sentenza di annullamento senza rinvio

Annulla senza rinvio la sentenza impugnata per essere il reato estinto per morte dell’imputato.

24/11/2015
Il Consigliere Estensore
CARRELLI PAL
ROB

P. Q. M.

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA