Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 49041 del 20/05/2015


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Sent. Sez. 7 Num. 49041 Anno 2015
Presidente: VECCHIO MASSIMO
Relatore: MAZZEI ANTONELLA PATRIZIA

ha pronunciato la seguente

Ef■ITE- hr
ORDINANZA(

sul ricorso proposto da:
CASSARA’ VINCENZO N. IL 19/10/1985
avverso la sentenza n. 15/2014 CORTE APPELLO di
CALTANISSETTA, del 24/04/2014
dato avviso alle parti;
sentita la relazione fatta dal Consigliere Dott. ANTONELLA
PATRIZIA MAZZEI;

Data Udienza: 20/05/2015

RITENUTO IN FATTO

1. Con sentenza in data 24 aprile 2014 la Corte di appello di
Caltanissetta, in parziale riforma della sentenza del Tribunale di Enna in
data 20 maggio 2013, riconosciuto il caso di lieve entità, ha rideterminato
la pena inflitta a Cassarà Vincenzo nella sola ammenda di euro
centocinquanta per il reato di cui all’art. 4, comma secondo, legge n. 110
del 1975, per aver portato senza giustificato motivo, fuori dalla propria

utilizzabile per le circostanze di tempo e di luogo per l’offesa alla persona;
in Valguarnera, il 9 novembre 2007.

2. Avverso la predetta sentenza ha proposto ricorso per cassazione il
Cassarà tramite il difensore, il quale denuncia violazione di legge e vizio
della motivazione per carenza di prova e motivazione contraddittoria; e
violazione dell’art. 157 cod. pen., risultando il reato prescritto il 9 novembre
2012 prima della sentenza di appello resa il 24 aprile 2014.

CONSIDERATO IN DIRITTO

1. Il ricorso è fondato con riguardo alla compiutasi prescrizione
quinquennale del reato contravvenzionale, commesso il 9 novembre 2007,
già al tempo della sentenza di primo grado emessa il 20 maggio 2013 e
certamente al tempo della sentenza di appello resa il 24 aprile 2014.
Consegue, non sussistendo evidenti cause di non punibilità nel merito,
l’immediata declaratoria di improcedibilità, a norma dell’art. 129, comma 2,
cod. proc. pen., per essere il reato estinto per prescrizione, e, quindi,
l’annullamento senza rinvio della sentenza impugnata.

P. Q. M.

Annulla senza rinvio la sentenza impugnata perché il reato è estinto per
prescrizione.
Così deciso il 20/05/2015.

abitazione, un coltello con lama di centimetri 8,5, strumento chiaramente

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA