Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 45833 del 09/11/2015


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Ord. Sez. 7 Num. 45833 Anno 2015
Presidente: LOMBARDI ALFREDO MARIA
Relatore: PALLA STEFANO

ORDINANZA

sul ricorso proposto da:
BENGRAIT MOHAMED N. IL 31/03/1969
avverso la sentenza n. 2630/2014 CORTE APPELLO di BOLOGNA,
del 31/10/2014
dato avviso alle parti;
sentita la relazione fatta dal Consigliere Dott. STEFANO PALLA;

Data Udienza: 09/11/2015

Bengrait Mohamed ricorre avverso la sentenza 3111).14 della Corte di appello di Bolo gna che ha
confermato q uella in data 20.5.14 del locale tribunale con la quale è stato condannato alla pena
ritenuta di giustizia per il reato di tentato furto a ggravato in concorso, deducendo violazione

attenuanti di cui ag li artt.114 e 62-bis c.p.
Con dichiarazione 30.7.15, pervenuta alla cancelleria di questa sezione il 18.8.15, Bel grait
Mohamed ha rinunciato al ricorso.
L’intervenuta rituale rinuncia al ricorso comporta, ai sensi del combinato disposto di cui a gli
artt.589-591 c.p.p., la declaratoria di inammissibilità dell’impu gnazione, con conse guente condanna
del ricorrente al pa gamento delle spese processuali e di una somma in favore della Cassa delle
ammende che reputasi e quo determinare in e 500,00.
P.Q.M.
Dichiara inammissibile il ricorso e condanna il ricorrente al pa gamento delle spese processuali e
della somma di € 500,00 in favore della Cassa delle ammende.
Roma, 9 novembre 2015
IL CONSIHyTEr

e sore

AL PRESIDWTE

fi V/4f

Ai

dell’art.606, comma 1, lett.b) ed e) c.p.p. per carenza di motivazione e mancata concessione delle

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA