Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 44045 del 15/10/2015


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Ord. Sez. 7 Num. 44045 Anno 2015
Presidente: PAOLONI GIACOMO
Relatore: PETRUZZELLIS ANNA

ORDINANZA

sul ricorso proposto da:
CORRENTI NADIA N. IL 04/05/1984
avverso la sentenza n. 2935/2008 CORTE APPELLO di CATANIA, del
27/06/2014
dato avviso alle parti;
sentita la relazione fatta dal Consigliere Dott. ANNA
PETRUZZELLIS;

Data Udienza: 15/10/2015

Così deciso in Roma, all’udienza del 15 ottobre 2015

DE, SVTAT.A

La difesa di Correntv Nadia propone ricorso avverso la sentenza del 27/06/2014 con la quale la
Corte d’appello di Catania ha confermato la sua affermazione di responsabilità per il reato di cui
all’art. 337 cod. pen.
Nel ricorso si eccepisce violazione di legge e vizio di motivazione quanto all’accertamento di
responsabilità per il reato contestato, ritenendo gli atti compiuti inidonei ad intralciare l’attività del
p.u..
Il ricorso risulta inammissibile in quanto proposto per motivi non consentiti, all’atto in cui si limita
ad una autonoma ricostruzione dei fatti, che non si confronta con l’accertamento contenuto in
sentenza sugli elementi costitutivi del reato contestato, integrato dalla formulazione di una minaccia
a seguito dell’esercizio della funzione da parte del p.u., funzionale a creare intralci all’azione di
questi, posto che non può escludersi la potenzialità intimidatoria dell’affermazione.
Il dato storico, non negato nel ricorso, viene ripercorso attraverso una propria alternativa
valutazione dei fatti, che non aggredisce specifici aspetti della pronuncia impugnata e tende a
sollecitare una non consentita nuova valutazione di merito.
P. Q. M.
La Corte dichiara inammissibile il ricorso e condanna il ricorrente al pagamento delle spese
processuali e della somma di € 1.000 (mille) in favore delle Cassa delle ammende.

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA