Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 419 del 29/09/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Ord. Sez. 7 Num. 419 Anno 2018
Presidente: TARDIO ANGELA
Relatore: ESPOSITO ALDO

ORDINANZA
sul ricorso proposto da:
FLORIANI LESLIE nato il 07/03/1989 a ASOLO

avverso l’ordinanza del 25/01/2017 del TRIB. SORVEGLIANZA di VENEZIA
dato avviso alle parti;
sentita la relazione svolta dal Consigliere ALDO ESPOSITO;

Data Udienza: 29/09/2017

RILEVATO IN FATTO

Con l’ordinanza in epigrafe il Tribunale di sorveglianza di Venezia ha
revocato egla misura alternativa della detenzione domiciliare, precedentemente
concessa a Floriani Leslie, alla luce dell’arresto del 30/12/2016 in ordine al reato
di furto aggravato di abbigliamento da – un negozio di moda.
Avverso tale ordinanza la Floriani ricorre personalmente per Cassazione,
deducendo violazione di legge e vizio di motivazione, stante la sua posizione di

CONSIDERATO IN DIRITTO

Il ricorso in oggetto deve essere dichiarato inammissibile per sopravvenuta
carenza di interesse, essendo stato il condannato scarcerato per espiazione pena
in data 22/08/17, come risulta dall’acquisita certificazione del dipartimento
dell’amministrazione penitenziaria, e non avendo lo stesso manifestato, con
specifica e motivata deduzione, un eventuale interesse a coltivare
l’impugnazione (Sez. 1, n. 46887 del 22/10/2009, Matichecchia, Rv. 245677;
Sez. Un., Ord. n. 15 del 18/06/1991, Argenti, Rv. 187707).
La sopravvenuta

inammissibilità dell’impugnazione

non comporta

provvedimenti accessori di condanna, in adesione alla costante giurisprudenza di
questa Corte secondo cui, qualora il venir meno dell’interesse alla decisione del
ricorso per Cassazione sopraggiunga alla sua proposizione e sia determinato da
una ragione non imputabile al ricorrente, alla dichiarazione di inammissibilità non
consegue la condanna del ricorrente né alle spese del procedimento, né al
pagamento della sanzione pecuniaria in favore della cassa delle ammende (Sez.
6, n. 19209 del 31/01/2013, Scaricaciottoli, Rv. 256225; Sez. U, n. 7 del
25/06/1997, Chiappetta, Rv. 208166).

P. Q. M.

Dichiara inammissibile il ricorso per sopravvenuta carenza di interesse.
Così deciso in Roma il 29 settembre 2017.

Il Consigliere estensore
Ido Es

ito

Il Presidente
Angela Tardio

madre con figlia di età minore ad anni tre.

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA