Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 41852 del 15/09/2015


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Ord. Sez. 3 Num. 41852 Anno 2015
Presidente: SQUASSONI CLAUDIA
Relatore: MENGONI ENRICO

ORDINANZA

nel procedimento nei confronti di
Fornelli Leonardo, nato a Bari il 3/6/1953

definito con sentenza di questa Sezione pronunciata in data 22/4/2015;
udita la relazione svolta dal consigliere Enrico Mengoni;
udite le conclusioni del Pubblico Ministero, in persona del Sostituto
Procuratore generale Fulvio Baldi, che ha concluso per la correzione dell’errore
materiale;

RITENUTO IN FATTO

1.

Con sentenza del 22/4/2015, questa Terza sezione ha dichiarato

inammissibile il ricorso proposto da Leonardo Fornelli, ai sensi dell’art. 625-ter
cod. proc. pen., in ordine alla pronuncia emessa dal Tribunale di Padova
1’8/3/2007, irrevocabile il 2/7/2007.
2. Nel ruolo di udienza della camera di consiglio, il dispositivo della stessa
sentenza è stato però indicato – per errore materiale – quale “rigetta il ricorso e
condanna il ricorrente” al pagamento delle spese processuali, anziché “dichiara

Data Udienza: 15/09/2015

4

inammissibile la richiesta e condanna il ricorrente”, correttamente indicato,
invece, nel dispositivo della sentenza.
Ritenuto che a tale errore possa rimediarsi per il tramite del procedimento di
correzione di cui all’art. 130 c.p.p.;
P.Q.M.

Dispone correggersi il ruolo di udienza camerale del 22/4/2015, R.G.
27513 del 2014, nel senso che, laddove è scritto “rigetta il ricorso e condanna il

richiedente”.
Manda alla cancelleria per le necessarie annotazioni.
Così deciso in Roma, il 15 settembre 2015

Il Consigliere estensore

Il Presidente

ricorrente”, debba leggersi “dichiara inammissibile la richiesta e condanna il

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA