Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 408 del 29/09/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Ord. Sez. 7 Num. 408 Anno 2018
Presidente: TARDIO ANGELA
Relatore: ESPOSITO ALDO

ORDINANZA
sul ricorso proposto da:
LADINI GIUSEPPE ANTONIO nato il 17/07/1978 a POLISTENA

avverso l’ordinanza del 25/01/2017 del TRIBUNALE di PALMI
dato avviso alle parti;
sentita la relazione svolta dal Consigliere ALDO ESPOSITO;

Data Udienza: 29/09/2017

RITENUTO IN FATTO

Con l’ordinanza indicata in epigrafe il Tribunale di Palmi, quale giudice
dell’esecuzione, ha rigettato l’istanza proposta da Ladini Giuseppe Antonio di
riapertura del cumulo di cui all’ordine di esecuzione n. 415 del 2008 SIEP,
mediante inclusione nello stesso dell’ordine di esecuzione n. 84 del 2015 SIEP.
Avverso questa ordinanza il Ladini ricorre personalmente per Cassazione per
violazione di legge, insistendo per l’inclusione nel computo della sentenza di cui

nei suoi confronti.

CONSIDERATO IN DIRITTO

Il ricorso è manifestamente infondato.
Dalla verifica compiuta dal giudice dell’esecuzione emerge che, allo stato„
non vi sono ulteriori sentenze esecutive non eseguite nei ami confrontrarTEhe
considerando quella inserita nell’ordine di esecuzione n. 84 cit..
A fronte di tale netta indicazione, il ricorrente non ha fornito nessun
elemento idoneo a confermare il proprio assunto, limitandosi a ripercorrere la
propria storia carceraria.
Per queste ragioni processuali, il ricorso deve essere dichiarato
inammissibile, con conseguente condanna del ricorrente al pagamento delle
spese processuali e, non sussistendo ipotesi di esonero, al versamento di una
somma alla Cassa delle ammende, determinabile in 2.000,00 euro, ai sensi
dell’art. 616 cod. proc. pen..

P. Q. M.

Dichiara inammissibile il ricorso e condanna il ricorrente al pagamento delle
spese processuali e al versamento della somma di duemila euro alla Cassa delle
ammende.
Così deciso in Roma il 29 settembre 2017.

Il Consigliere estensore
Al

Io. it o

Il Presidente
Angela Tardio

all’ordine di esecuzione n. 84 cit., che non aveva costituito oggetto di valutazione

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA