Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 40748 del 10/09/2015


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Ord. Sez. 4 Num. 40748 Anno 2015
Presidente: BRUSCO CARLO GIUSEPPE
Relatore: MASSAFRA UMBERTO

sigNer~ C k

4,1

sul ricorso proposto da:
DI ROCCO NICOLA N. IL 20/11/1956
SPINELLI ANTONIO N. IL 24/05/1972
BALDINI DANIELE N. IL 02/02/1985
avverso la sentenza n. 8231/2014 CORTE DI CASSAZIONE di ROMA,
del 14/10/2014
sentita la relazione fatta dal Consigliere Dott. UMBERTO
MASSAFRA;
2;C,c, 4D-e4hetre__
Iva:Q/sentite le conclusioni del PG Dott.

te;

A.dici:G7t

Uditi difenso Avv.;

dtdit ,ec-902

Data Udienza: 10/09/2015

4
4

Osserva
Con sentenza in data 14.10.2014, 1884/2014, RG. 8231/2014, questa Corte (IV
Sezione penale) ha annullato con rinvio al Giudice di primo grado nei confronti di
Baldini Daniele quella emessa in data 6.2.2013 dalla Corte di Appello di L’Aquila e
quella di primo grado del G.u.p. del Tribunale di Pescara del 2.4.2010 ma nel
dispositivo letto in udienza tali ultime circostanze risultano omesse.
Trattandosi di palese errore materiale, come si evince dalla motivazione della

c.p.p.
P.Q.M.
Dispone che nel dispositivo, trascritto sul ruolo, della sentenza emessa in data
14.10.2014 n. 1884/2014, RG. 8231/2014 da questa Sezione Quarta della Corte di
Cassazione, dopo la parola “Annulla la sentenza impugnata” e prima di quelle “nei
confronti di Baldini Daniele” siano aggiunte le parole quelle “e quella di primo grado” e
che in luogo delle parole “con rinvio alla Corte di Appello di Perugia” debba intendesi
scritto e leggersi “con rinvio al Tribunale di Pescara”.
Manda alla cancelleria per le annotazioni in calce alla predetta sentenza.
Così deciso in Roma, il 10.9.2015

sentenza in questione, corre l’obbligo di disporne la correzione ai sensi dell’art. 130

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA