Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 36594 del 06/07/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Ord. Sez. 7 Num. 36594 Anno 2018
Presidente: DE CRESCIENZO UGO
Relatore: DI PAOLA SERGIO

ORDINANZA
sul ricorso proposto da:
MARIANO BRUNO nato a ARZANO il 11/10/1962

avverso la sentenza del 05/11/2015 della CORTE APPELLO di NAPOLI
dato avviso alle parti;
udita la relazione svolta dal Consigliere SERGIO DI PAOLA;

Data Udienza: 06/07/2018

RITENUTO IN FATTO E IN DIRITTO

La CÓRTE APPELLO di NAPOLI, con sentenza iri data 05/11/2015, parzialmente riformando la
sentenza pronunciata dal GIUDICE UDIENZA PRELIMINARE di NAPOLI, in data 09/05/2011, nei
confronti di MARIANO BRUNO confermava la condanna in relazione al reato di cui all’ art. 628 CP
rideterminando la pena.
Propone ricorso per cassazione l’imputato, deducendo con il primo motivo di ricorso violazione di
legge in riferimento agli artt. 192 e 530 cod. proc. pen. e vizio di motivazione con riferimento alla
ritenuta responsabilita’; il ricorrente contesta la valutazione di attendibilità della persona offesa che
aveva riferito delle circostazne del fatto e delle caratteristiche del rapinatore in momenti successivi

violazione di legge in riferimento all’art. 62 n. 6 cod. pen., per aver omesso di valutare la sentenza
la sussitenza dell’attenuante del risarcimento del danno, pur avendone tenuto conto nella
concessione delle attenauanti generiche.

e diversi, anche in contraddizione con altri testi. Con il secndo motivo di ricorso, si deduce la

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA