Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 36334 del 07/07/2015


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Sent. Sez. 1 Num. 36334 Anno 2015
Presidente: SIOTTO MARIA CRISTINA
Relatore: ROCCHI GIACOMO

SENTENZA

sul ricorso proposto da:
PROCURATORE DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE
DI TRAPANI
nei confronti di:
MANNINA GASPARE N. IL 07/01/1937
avverso l’ordinanza n. 144/2014 TRIBUNALE di TRAPANI, del
11/08/2014
sentita la relazione fatta dal Consigliere Dott. GIACOMO ROCCHI;
lette/s ite le conclusioni del PG

(–71-5•VU\

Uditi difensor

v.;

d\)\\

\07) »—

Data Udienza: 07/07/2015

RITENUTO IN FATTO
1. Con l’ordinanza indicata in epigrafe, il Tribunale di Trapani, in funzione di
giudice dell’esecuzione, dichiarava l’estinzione dei reati per i quali Mannina
Gaspare era stato condannato con sentenza irrevocabile per intervenuta morte
del condannato.

2. Ricorre per cassazione il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale

l’art. 171 cod. pen. e dichiarare l’estinzione della pena, anziché l’estinzione dei
reati.
Il ricorrente conclude per l’annullamento dell’ordinanza impugnata.

3.

Il Procuratore Generale, nella requisitoria scritta, conclude per

l’annullamento senza rinvio dell’ordinanza impugnata e per la declaratoria di
estinzione delle pene inflitte.

CONSIDERATO IN DIRITTO
1. Il ricorso è fondato.

La morte del reo avvenuta dopo la condanna irrevocabile estingue la pena
inflitta (art. 171 cod. pen.) e non i reati per i quali è stato giudicato.

L’ordinanza impugnata, pertanto, deve essere annullata senza rinvio,
mentre la Corte può direttamente dichiarare estinta la pena inflitta al condannato
deceduto.

P.Q.M.
Annulla senza rinvio l’ordinanza impugnata e dichiara estinta le pena inflitta
a Gaspare Mannina con la sentenza del Tribunale di Trapani n. 89/2010 del
24/3/2010, irrevocabile il 5/10/2012.

Così deciso il 7 luglio 2015

Il Consigliere estensore

Il Presidente

di Trapani, deducendo violazione di legge: il Giudice avrebbe dovuto applicare

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA