Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 36195 del 26/05/2015


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Sent. Sez. 7 Num. 36195 Anno 2015
Presidente: CAMMINO MATILDE
Relatore: CERVADORO MIRELLA

5,CA/T.e/U

Pt

ORDI NZA

sul ricorso proposto da:
DE SANTIS TIZIANO N. IL 14/07/1976
avverso la sentenza n. 2922/2009 CORTE APPELLO di ROMA, del
20/12/2012
dato avviso alle parti;
sentita la relazione fatta dal Consigliere Dott. MIRELLA
CERVADORO;

Data Udienza: 26/05/2015

R.G. 42118/2014 De Santis

Considerato che:
De Santis Tiziano ricorre avverso la sentenza in epigrafe, e deduce
l’erronea applicazione della legge penale e il vizio di motivazione in relazione
al giudizio di responsabilità per il reato di cui all’art.640 c.p.

querela, ed in pari data la remissione è stata accettata dall’imputato.
Considerato che la remissione di querela, intervenuta in pendenza del
ricorso per cassazione e ritualmente accettata, determina l’estinzione del reato
che prevale su eventuali cause di inammissibilità, e va rilevata e dichiarata dal
giudice di legittimità, purché il ricorso sia stato tempestivamente proposto
(v.Cass.Sez. U, Sent n. 24246/2004 Rv. 227681), e che il reato in questione
(truffa) è procedibile a querela di parte, la sentenza va annullata senza rinvio,
perché il reato è estinto per remissione di querela. Nulla avendo diversamente
convenuto le parti nell’atto di remissione, le spese del procedimento sono a
carico del querelato come per legge ai sensi dell’art.340 c.p.p.

PQM

Annulla senza rinvio la sentenza impugnata per essere il reato estinto per
intervenuta remissione di querela. Spese del procedimento a carico del
querelato.
Rom

.5.2015

Con atto del 12.5.2015 la parte offesa Massimo Maria Elena ha rimesso la

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA