Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 36069 del 01/04/2015


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Sent. Sez. 4 Num. 36069 Anno 2015
Presidente: SIRENA PIETRO ANTONIO
Relatore: IZZO FAUSTO

SENTENZA

sul ricorso proposto da:
ESPOSITO MARIA N. IL 20/05/1985
avverso la sentenza n. 3344/2014 TRIBUNALE di NAPOLI, del
24/02/2014
sentita la relazione fatta dal Consigliere Dott. FAUSTO IZZO;
lette/se te le conclusioni del PG Dott. PAt
(}e0L__(-K.,laemtit.,e-U Pta
Cb e/t. 4-0 Ar C I il-145-1A:l-

mite

Uditi difensor Avy.;

1/114°J

A

43 c›,,vu,

ci”

c,Le ik9tx.

Data Udienza: 01/04/2015

RITENUTO in FATTO
1. Con sentenza del 24\2\2014 il Tribunale di Napoli, ai sensi dell’art. 444 c.p.p., applicava la
pena su richiesta delle parti ad Esposito Maria, in relazione al reato di cui all’art. 186, lett. b,
C.d.S., per guida in stato di ebbrezza di auto Toyota, con tasso alcolernico rilevato di g\I 1,05 e
1,04 (acc. in Napoli il 3\3\2012).
2. Avverso la sentenza proponeva ricorso, in data 3\3\2014 il difensore dell’imputata,
lamentando la erronea applicazione della legge, per essere stata disposta la confisca dell’auto,
benché la contravvenzione contestata facesse riferimento alla fascia “B” dei limiti alcolernici e
non alla fascia “C” che prevede, come sanzione accessoria, la confisca del veicolo.

1. Il ricorso è inammissibile.
Invero, con provvedimento del 12\3\2014, il Tribunale di Napoli, con procedura di correzione di
errore materiale, ha eliminato dal dispositivo della sentenza impugnata il provvedimento di
confisca.
Pertanto è sopravvenuta la carenza di interesse dell’imputata al ricorso.
La circostanza che la causa di inammissibilità si è maturata successivamente alla proposizione
dell’impugnazione, comporta la esclusione della condanna alle spese ed alla irrogazione della
sanzione prevista dall’art. 616 c.p.p.
P.Q.M.
La Corte dichiara inammissibile il ricorso.
Così deciso in Roma, in data 1 aprile 2015
Il Consigli re est.

Il Presidente

CONSIDERATO in DIRITTO

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA