Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 36045 del 01/07/2015


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Sent. Sez. 4 Num. 36045 Anno 2015
Presidente: SIRENA PIETRO ANTONIO
Relatore: BLAIOTTA ROCCO MARCO

SENTENZA

sul ricorso proposto da:
ZAPPITELLI DAVIDE N. IL 05/06/1980
avverso la sentenza n. 355/2013 CORTE APPELLO di
CAMPOBASSO, del 09/02/2015
visti gli atti, la sentenza e il ricorso
udita in PUBBLICA UDIENZA del 01/07/2015 la relazione fatta dal
Consigliere Dott. ROCCO MARCO BLAIOTTA
Udito il Procuratore Generale in persona del Dott.
21 `?
che ha concluso per

Udito, per la parte civile, l’Avv
Uditai fdifensoreAvv.

dé-e

“c_e ‘eo fd.9

PA–2

Data Udienza: 01/07/2015

16 Zappítellí

MOTIVI DELLA DECISIONE

1.II Tribunale di Isernia ha affermato la responsabilità dell’imputato in epigrafe
in ordine al reato di cui all’articolo 187, comma 1, del codice della strada commesso il
15 agosto 2010, afferente alla guida di un’auto in condizione di alterazione fisica e
psichica correlata all’assunzione di stupefacenti. L’affermazione di responsabilità è
stata confermata dalla Corte d’appello di Campobasso che ha concesso la sospensione

2.Ricorre per cassazione l’imputato. Si espone che il ricorrente è stato
sottoposto ad esami ematologici che hanno rivelato l’assunzione di sostanze
stupefacenti. Tuttavia non vi è prova che egli si trovasse in è stato di alterazione al
momento della guida. Infatti è emerso che non guidava in modo irregolare e che
l’ipotizzata alterazione si basa su vaghe e soggettivi indicazioni dell’agente operante.
3.11 ricorso è manifestamente infondato e quindi inammissibile. La sentenza
impugnata espone che l’imputato è stato sottoposto ad esami ematochimici che hanno
dimostrato l’assunzione di notevole quantità di droghe diverse. Inoltre l’agente
operante ha indicato un’univoca sintomatologia costituita da andatura barcollante,
linguaggio sconnesso e alterato, mancanza di presenza a se stesso. Dunque,
contrariamente a quanto dedotto, la pronunzia è palesemente immune da qualunque
censura. L’assunzione di stupefacenti è documentata dagli esami tossicologici e il
correlato stato di alterazione è dimostrato in modo macroscopico ed indubitabile dalla
sintomatologia riferita dall’agente di polizia intervenuto.
Segue, a norma dell’articolo 616 c.p.p., la condanna del ricorrente al
pagamento delle spese del procedimento ed al pagamento a favore della cassa delle
ammende della somma dì euro 1.000 a titolo di sanzione pecuniaria, non emergendo
ragioni di esonero

PQM

Dichiara inammissibile il ricorso e condanna il ricorrente al pagamento delle
spese del procedimento e della somma di euro 1.000 a favore della cassa delle
ammende.
Roma 1 luglio 2015

IL CONSIGLIERE ESTENSORE
(Rocco Matto Blaiotta)

IL PRESIDENTE
(Pietro Antonio Sirena)

condizionale della pena e la non menzione della condanna.

CORIS SI3PRIMA DI CASSAZIONE

Setune Penalz

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA