Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 35697 del 19/04/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Sent. Sez. 4 Num. 35697 Anno 2018
Presidente: FUMU GIACOMO
Relatore: MICCICHE’ LOREDANA

SENTENZA

sul ricorso proposto da
ROBUSTELLI GERARDO, nato il 28/1/1982 a SARNO

avverso la sentenza del 7/12/2017 del Tribunale di Nocera Inferiore

visti gli atti, il provvedimento impugnato e il ricorso;
udita la relazione svolta dal consigliere Loredana Miccichè,
lette le conclusioni del Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore
generale G. Mazzotta che ha concluso per l’annullamento della sentenza
impugnata.

1

Data Udienza: 19/04/2018

RITENUTO IN FATTO
1. Il Tribunale di Nocera Inferiore, con sentenza del 7 dicembre 2017, applicava ex
art. 444 ss. cod.proc.pen., su richiesta delle parti e calcolato l’effetto per la
recidiva, a Robustelli Gerardo la pena di anni uno e mesi dieci di reclusione ed euro
2.700,00 di multa, per il reato p. e p. dall’art. 73, c. 5, d.P.R. 309/1990, perché

ristretto agli arresti domiciliari, 4,7 grammi di sostanza stupefacente di tipo hashish
e 15,9 grammi di cocaina.
2. L’imputato, a mezzo del proprio difensore di fiducia, propone ricorso per
cassazione.
3. Con unico motivo, il ricorrente lamenta l’illegalità della pena, dal momento che
l’aumento per la recidiva non avrebbe potuto essere applicato, poiché i reati ad
essa sottesi sono estinti a norma dell’art. 445 cod.proc.pen., in quanto conseguenti
a sentenze di applicazione della pena su richiesta delle parti.
4. Il Procuratore generale, con requisitoria scritta ritualmente presentata, conclude
per l’annullamento della sentenza con rinvio, affinché il giudice verifichi se i reati
sottesi alla recidiva siano effettivamente estinti a norma dell’art. 445 cod.proc.pen.
e provveda di conseguenza.
CONSIDERATO IN DIRITTO
1. Il ricorso è inammissibile per genericità.
2. Se, infatti, è vero che la declaratoria di estinzione del reato conseguente al
decorso dei termini e al verificarsi delle condizioni previste dall’art. 445
cod.proc.pen. comporta l’estinzione degli effetti penali anche ai fini della recidiva
(Sez. 6, n. 6673 del 29 gennaio 2016, Mandri, Rv. 266119; Sez. 3, n. 7067 del 12
dicembre 2012, Micillo, Rv. 254742) bisogna però rilevare che ricorrente si limita a
dedurre che l’aumento per la recidiva, calcolato dal giudice anche in virtù della
concorde richiesta di applicazione della pena, sarebbe illegale in quanto ” i due
precedenti del Robustelli conseguono entrambi all’applicazione della pena su
richiesta delle parti e sono trascorsi cinque anni dalla irrevocabilità delle sentenze”.
Manca ogni necessario riferimento alle sentenze citate, delle quali non si conoscono
i dati e gli estremi, con conseguente impossibilità di verificare quanto dedotto
dall’istante, che non ha neppure allegato, ai fini del principio di autosufficienza, il
dato documentale costituito dal certificato penale.

2

illecitamente deteneva ai fini di spaccio presso la propria abitazione, ove si trovava

3. Segue per legge la condanna del ricorrente al pagamento delle spese processuali
nonchè al pagamento, in favore della Cassa delle ammende, di una somma che si
stima equo determinare in €.2000,00, non emergendo ragioni di esonero (Corte
Cost. n.186/2000).
P.Q.M.
Dichiara inammissibile il ricorso e condanna il ricorrente al pagamento delle spese

Così deciso in Roma il 19 aprile 2018
Il Consigliere estensore
r_oretz rs, Fcice

Il Presidente

processuali e della somma di euro duemila in favore della cassa delle ammende.

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA