Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 35568 del 22/03/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Ord. Sez. 7 Num. 35568 Anno 2018
Presidente: SARACENO ROSA ANNA
Relatore: CAIRO ANTONIO

ORDINANZA
sul ricorso proposto da:
MARINO MAURIZIO nato il 30/01/1964 a CATANIA

avverso la sentenza del 17/03/2017 della CORTE APPELLO di CATANIA
dato avviso alle parti;
sentita la relazione svolta dal Consigliere ANTONIO CAIRO;

Data Udienza: 22/03/2018

RILEVATO IN FATTO E IN DIRITTO
Con la sentenza in epigrafe la Corte d’appello di Catania, in parziale riforma della
decisione emessa in primo – grado nei confronti di Marino Maurizio, per il reato di cui all’art. 75
comma 1 D. L.vo 6 settembre 2011, n. 159, concessegli le circostanze attenuanti generiche,
rideterminava la pena in mesi due giorni venti di arresto, pena inizialmente quantificata dal
Tribunale di Catania, all’esito del celebrato giudizio abbreviato, in quella di mesi sei di arresto.
Il Marino era stato dichiarato colpevole per aver violato la misura di prevenzione della

ore 6:00. Ricorre per cassazione Marino Maurizio e deduce la mancanza di motivazione e
l’omesso esame dei motivi d’appello.
Il ricorso è affidato a motivi manifestamente infondati e va dichiarato inammissibile.
Deve, in proposito, evidenziarsi che, più che individuare singoli aspetti del provvedimento
impugnato da sottoporre a censura giurisdizionale, il ricorso tende a provocare una nuova, non
consentita, valutazione complessiva delle circostanze di fatto già correttamente vagliate dal
Tribunale e dalla Corte d’appello, circostanze che hanno indotto a ritenere integrata la
fattispecie ascritta attraverso la ritenuta certa riferibilità della violazione della misura di
prevenzione. D’altro canto, a parte la intrinseca genericità della doglianza, attraverso il ricorso
si rimette una nuova valutazione del risultato della prova operazione che compete al giudice
di merito e che non può essere invocata da quello di legittimità, in difetto di contraddizioni o
illogicità manifesta, nell’iter logico-giuridico posto a fondamento della decisione. Invero, la
valutazione sull’operato della p.g., all’esito dell’espletata attività risulta corretta e si è appreso
dell’avvistamento del Marino stesso in via Scabrosa da parte dei carabinieri di piazza Dante di
Catania intorno alle 21,30 orario in cui il medesimo Marino si sarebbe dovuto trovare presso
la sala d’attesa dell’Ospedale, luogo che aveva indicato, essendo senza fissa dimora, come
sua dimora per i controlli, nel rispetto delle prescrizioni imposte con la misura di prevenzione
cui era sottoposto. La Corte territoriale condivisi gli argomenti del primo giudice ha escluso
che il ritardo presso la Caritas potesse giustificare il comportamento e ha, pertanto, con
motivazione immune da censure, confermato la decisione impugnata. Con il ricorso sul punto
si invoca in ultima analisi una ricostruzione alternativa dei fatti, senza confrontarsi con la
motivazione addotta. Per queste ragioni, il ricorso proposto deve essere dichiarato
inammissibile, con la conseguente condanna del ricorrente al pagamento delle spese
processuali e al versamento della somma di 2.000,00 euro alla Cassa delle ammende, non
ricorrendo ipotesi di esonero.
P.Q.M.
Dichiara inammissibile il ricorso e condanna il ricorrente al pagamento delle spese
processuali e al versamento della somma di 2.000,00 euro alla Cassa delle ammende.
Così deciso in Roma il 22/3/2018.

sorveglianza speciale, cui era sottoposto, allontanandosi dall’abitazione tra le ore 21:00 e le

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA