Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 35520 del 07/07/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Ord. Sez. 7 Num. 35520 Anno 2018
Presidente: SARACENO ROSA ANNA
Relatore: SARACENO ROSA ANNA

ORDINANZA
sul ricorso proposto da:
RESTUCCIA FRANCESCO nato il 28/11/1970 a ALESSANDRIA

avverso l’ordinanza del 23/10/2014 del TRIBUNALE di PIACENZA
dato avviso alle parti;
sentita la relazione svolta dal Presidente ROSA ANNA SARACENO;

Data Udienza: 07/07/2017

Ritenuto in fatto e considerato in diritto

1. Con provvedimento in data 27 ottobre 2016 il Tribunale di Piacenza,
qualificato l’incidente di esecuzione proposto da Francesco Restuccia in data
26.8.2016 in ricorso per cassazione, ne ha disposto la trasmissione a questa
Corte, valutando la domanda quale impugnazione tardiva avverso precedente
ordinanza emessa da quello stesso giudice.
2.

Invero con l’ordinanza richiamata, deliberata il 23 ottobre 2014, il

dell’indulto concesso al condannato con provvedimenti in data 11 aprile 2007 e
11 settembre 2009, per avere il medesimo riportato successiva condanna alla
pena di anni sette e mesi otto di reclusione per reati commessi in epoca
anteriore e prossima al 9 agosto 2007.
Avverso tale provvedimento risulta che il condannato aveva proposto
incidente di esecuzione con dichiarazione del 6 novembre 2014, diretta al
pubblico ministero. L’incidente, qualificato come ricorso per cassazione, era stato
trasmesso a questa Corte che, in data 1 luglio 2015, ne disponeva la
trasmissione al Procuratore della Repubblica, qualificando l’atto come richiesta di
rideternninazione della pena espianda.
3. Anche l’odierno ricorso, erroneamente trasmesso a questa Corte di
cassazione come impugnazione tardiva del provvedimento di revoca dell’indulto,
va qualificato, in conformità del suo contenuto, quale incidente di esecuzione
avente ad oggetto la rideterminazione della pena da espiare. Consegue la
trasmissione degli atti al giudice investito della richiesta.

P.Q.M.

Qualificato il ricorso come incidente di esecuzione, dispone la trasmissione
degli atti al Tribunale di Piacenza.
Così deciso il 7/07/2017
I Presideni
sanna Sa

1

ceno

Tribunale di Piacenza, quale giudice dell’esecuzione, aveva revocato il beneficio

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA