Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 2927 del 07/12/2012


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Ord. Sez. 7 Num. 2927 Anno 2013
Presidente: SQUASSONI CLAUDIA
Relatore: GAZZARA SANTI

ORDINANZA

sul ricorso proposto da:
1) NDAWE SERIGNE EL HABID N. IL 06/02/1973
avverso la sentenza n. 1015/2008 CORTE APPELLO di SALERNO, del
03/04/2012
dato avviso alle parti;
sentita la relazione fatta dal Consigliere Dott. SANTI GAZZARA;

Data Udienza: 07/12/2012

Ritenuto:
-che il tribunale di Salerno, con sentenza del 15/10/2007, dichiarava Ndawe Serigne El Habib
colpevole dei reati di cui agli artt. 171 ter, co. 1, L. 633/41 e 648 cod. pen., perché deteneva al fine
di porli in commercio n. 22 CD illecitamente riprodotti e privi del contrassegno Siae, e lo
condannava, con poena sospesa, a mesi 3 di reclusione ed euro 300,00 di multa;

-che avverso detta pronuncia il difensore del prevenuto ha proposto ricorso per cassazione,
eccependo inosservanza o erronea applicazione della legge penale e mancanza o manifesta illogicità
della motivazione, specificando ulteriormente le ragioni poste a sostegno delle doglianze sollevate
in ricorso con memoria, ritualmente inoltrata in atti;
-che il giudice di merito ha esaustivamente riscontrato la richiesta di rinnovazione della istruttoria
dibattimentale, giustificandone, con logicità, il diniego col rilevare che la piattaforma probatoria
dava agio ampiamente di ravvisare elementi concretizzanti il reato contestato, nonché la
ascrivibilità di esso in capo al prevenuto;
-che, del pari, destituita di fondamento è da ritenere la censura attinente al trattamento sanzionatoti°
inflitto, perché il discorso giustificativo relativo alla dosimetria della pena è del tutto corretto;
-che il ricorso va dichiarato inammissibile con le conseguenze di legge;

P. Q. M,
Dichiara inammissibile il ricorso e condanna il riconente al pagamento delle spese processuali e al
versamento in favore della cassa delle ammende della somma di euro 1.000,00.
Così deliberato in camera di consiglio il 7/12/2012.
11 consigliere estensore
d tt. Santi azzara

e
dott.ssa

911i

-che con sentenza del 3/4/2012, la corte di appello di Salerno, chiamata a pronunciarsi sull’appello
interposto nell’interesse dell’imputato, in parziale riforma del decisum di prime cure, ha revocato
l’ordine di pubblicazione della sentenza, con conferma nel resto;

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA