Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 2636 del 11/12/2012


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Sent. Sez. 1 Num. 2636 Anno 2013
Presidente: GIORDANO UMBERTO
Relatore: CAPRIOGLIO PIERA MARIA SEVERINA

SENTENZA

sul ricorso proposto da:
1) RUSSO EDOARDO ANDRES N. IL 14/10/1966
avverso il decreto n. 4541/2011 TRIB. SORVEGLIANZA di NAPOLI,
del 20/07/2011
sentita la relazione fatta dal Consigliere Dott. PIERA MARIA
SEVERINA CAPRIOGLIO,
lette/semite le conclusioni del PG Dott. a.r

Udit i difensor Avv

VII p

Data Udienza: 11/12/2012

ritenuto in fatto

1. Con decreto in data 20.7.2011, il Presidente del Tribunale di Sorveglianza
di Napoli dichiarava inammissibili le richieste di affidamento al servizio sociale ,
detenzione domiciliare e semilibertà, avanzate da RUSSO Edoardo Andres, sul
presupposto che l’Istante non aveva dichiarato o eletto domicilio come impone l’art.
677 c. 2 bis cod.proc.pen., così come modificato con I. 438/2001 ed interpretato dalle

2. Avverso tale pronuncia, ha proposto ricorso per Cessazione la difesa del
prevenuto per dedurre violazione di legge, considerato che nell’istanza il richiedente
aveva dichiarato di eleggere domicilio presso la propria abitazione , sita in Ardea, via
Teramo n. 8 e che di conseguenza aveva ottemperato all’obbligo imposto dalla
previsione normativa menzionata.

3.

Il Procuratore Generale ha chiesto di annullare il decreto impugnato e di

trasmettere gli atti al Tribunale di Sorveglianza .

Considerato in diritto.

Il ricorso è fondato e deve essere accolto. La valutazione operata dal giudice a
quo si basa su un presupposto di fatto assolutamente errato, poiché l’istante nel
formulare la sua domanda di applicazione di misure alternative alla detenzione in
carcere si era premurato di indicare il domicilio , nei termini riportati esattamente
dalla difesa, così ottemperando all’obbligo imposto , a pena di inammissibilità
dell’istanza, dall’art. 677 c. 2 bis cod.pen.
Il decreto impugnato deve essere annullato senza rinvio , con trasmissione
degli atti al Tribunale di Sorveglianza di Napoli per la decisione sull’istanza.

p.q.m.

Annulla senza rinvio il decreto impugnato e dispone trasmettersi gli atti al
Tribunale di Sorveglianza di Napoli, per la decisione sull’istanza.
Così deciso in Roma, addì 11 Dicembre 2012.

Sezioni Unite, con sentenza 18775/2009.

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA