Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 2480 del 11/12/2012


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Ord. Sez. 7 Num. 2480 Anno 2013
Presidente: AGRO’ ANTONIO
Relatore: CITTERIO CARLO

ORDINANZA

sul ricorso proposto da:
1) FURINI GIOVANNI N. IL 12/03/1956
2) CURTI GIUSEPPE N. IL 05/11/1956
avverso la sentenza n. 1933/2002 CORTE APPELLO di BOLOGNA,
del 21/10/2011
dato avviso alle parti;
sentita la relazione fatta dal Consigliere Dott. CARLO CITTERIO;

Data Udienza: 11/12/2012

30242/12 RG

1

ORDINANZA
RAZIONI DELLA DECISIONE

l. Avverso la sentenza della Corte d’appello di Bologna

in data 21.10.2011, ricorrono per cassazione gli imputati
Federico Silvestrini, con unico motivo deducendo l’intervenuta
prescrizione del reato di cui all’art. 372 c.p., consumato il
19.5.1998, prima della sentenza d’appello.
2.

Il ricorso è inammissibile, perché il motivo è

manifestamente infondato. La sentenza di primo grado è del
23.10.2001, sicché ai sensi dell’art. 10.3 della legge 251/2005
si applica al processo la disciplina dell’art. 157 c.p.
previgente (SU sent. 47008/2009).
Consegue la condanna dei ricorrenti al pagamento delle
spese processuali e ciascuno della somma, equa al caso, di euro
1000 alla Cassa delle ammende.
P.Q.M.

Dichiara inammissibili i ricorsi e condanna i ricorrenti
al pagamento delle spese processuali e ciascuno a quello della
somma di euro 1000 in favore della Cassa delle ammende.
Così deciso in Roma, il 11.12.2012

Giovanni Furini e Giuseppe Curti a mezzo del difensore avv.

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA