Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 22166 del 17/01/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Ord. Sez. 7 Num. 22166 Anno 2018
Presidente: IZZO FAUSTO
Relatore: CAPPELLO GABRIELLA

ORDINANZA
sul ricorso proposto da:
CAMPUS SALVATORE nato il 23/11/1965 a GAVIRATE

avverso la sentenza del 13/10/2016 della CORTE APPELLO SEZ.DIST. di
SASSARI
dato avviso alle parti;
sentita la relazione svolta dal Consigliere GABRIELLA CAPPELLO;

Data Udienza: 17/01/2018

OSSERVA

1. L’imputato CAMPUS Salvatore propone ricorso contro la sentenza in epigrafe,
con la quale è stata confermata la condanna del predetto per il reato di furto aggravato.

proposto per motivi manifestamente infondati, richiamandosi – quanto alla pretesa
violazione dell’art. 161 co. 4 cod. proc. pen., il prevalente indirizzo di questa Corte di
legittimità, secondo cui l’impossibilità della notificazione al domicilio dichiarato o eletto,
che ne legittima l’esecuzione presso il difensore di fiducia secondo la procedura prevista
dagli artt. 161, comma quarto, e 157, comma ottavo bis, cod. proc. pen., può essere
integrata anche dalla temporanea assenza dell’imputato al momento dell’accesso
dell’ufficiale notificatore, senza che sia necessario procedere ad una verifica di vera e
propria irreperibilità, così da qualificare come definitiva l’impossibilità di ricezione degli
atti nel luogo dichiarato o eletto dall’imputato, considerati gli oneri imposti dalla legge a
quest’ultimo – ove avvisato della pendenza di un procedimento a suo carico – e
segnatamente l’obbligo di comunicare ogni variazione intervenuta successivamente alla
dichiarazione o elezione di domicilio, resa all’avvio della vicenda processuale [cfr. sez. 6
n. 24864 del 19/04/2017, Rv. 270031; sez. 3 12909 del 20/01/2016, Rv. 268158; sez.
6 n. 42548 del 15/09/2016, Rv. 268223; sez. 3, n. 21626 del 15/04/2015, Rv. 263502;
sez. 4 n. 36996 del 04/07/2003, Rv. 226378; sez. 5 n. 13051 del 19/12/2013 ud. (dep.
20/03/2014), Rv. 262540; sez. 6 n. 42669 del 27/09/2011, Rv. 251367].
Nel caso di specie, risulta in atti (cfr. pag. 10 fascicolo appello) che la notifica al
domicilio non era andata a buon fine per irreperibilità del destinatario.
Quanto al secondo motivo, se ne rileva l’assoluta genericità, atteso che la
funzione tipica dell’impugnazione è quella di una critica argomentata al provvedimento
che si realizza, a pena di inammissibilità (artt. 581 e 591 cod. proc. pen.), attraverso la
presentazione di motivi che devono indicare specificamente le ragioni di diritto e gli
elementi di fatto che sorreggono ogni richiesta. Pertanto, il contenuto essenziale
dell’atto d’impugnazione è indefettibilmente il confronto puntuale, con specifica
indicazione delle ragioni di diritto e degli elementi di fatto che fondano il dissenso, con
le argomentazioni del provvedimento il cui dispositivo si contesta [cfr., in motivazione,
Sez. 6 n. 8700 del 21/01/2013 Ud. (dep. 21/02/2013), Rv. 254584; Sez. U. n. 8825 del
27/10/2016 Cc. (dep. 22/02/2017), Galtelli, Rv. 268822, sui motivi d’appello, ma i cui
principi possono applicarsi anche al ricorso per cassazione].

2

2. Il ricorso è inammissibile ai sensi dell’art. 606, comma 3, c.p.p., perché

3. Segue, a norma dell’articolo 616 c.p.p., la condanna del ricorrente al
pagamento delle spese del procedimento e della somma di euro 2000,00 in favore della
cassa delle ammende, non emergendo ragioni di esonero (cfr. C. Cost. 186/2000).
P.Q.M.
dichiara inammissibile il ricorso e condanna il ricorrente al pagamento delle spese
processuali e al versamento della somma di duemila euro alla cassa delle ammende.

Così deciso in Roma il giorno 17 gennaio 2018

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA