Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 22142 del 17/01/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Ord. Sez. 7 Num. 22142 Anno 2018
Presidente: IZZO FAUSTO
Relatore: SERRAO EUGENIA

ORDINANZA
sul ricorso proposto da:
CERALDI PASQUALE nato il 19/12/1983 a FORMIA

avverso la sentenza del 14/10/2015 della CORTE APPELLO di NAPOLI
dato avviso alle parti;
O;
sentita la relazione svolta dal Consigliere EUGENIA SERRA/

(zr

Data Udienza: 17/01/2018

Ceraldi Pasquale ha proposto ricorso per cassazione avverso la sentenza
della Corte di Appello di Napoli indicata in epigrafe, con la quale è stato
dichiarato inammissibile l’appello proposto dal pubblico ministero avverso la
pronuncia di condanna emessa dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere in
relazione al reato di cui agli artt.56, 624 bis, 625 nn.2 e 5 cod. pen. commesso
in Piedimonte di Sessa Aurunca in data 8 ottobre 2003.
L’esponente deduce violazione di legge e vizio di motivazione in relazione
alla mancata concessione delle attenuanti generiche nella massima estensione
ed alla quantificazione della pena.
Il ricorso è inammissibile, prevedendo l’art. 607 cod. proc. pen. il ricorso
dell’imputato solo contro sentenze di condanna o di proscioglimento e sentenze
inappellabili di non doversi procedere.
Alla dichiarazione di inammissibilità del ricorso segue la condanna del
ricorrente al pagamento delle spese processuali e della somma di euro 2.000,00
in favore della Cassa delle Ammende.

P.Q.M.
Dichiara inammissibile il ricorso e condanna il ricorrente al pagamento delle
spese processuali e della somma di euro 2.000,00 in favore della Cassa delle
Ammende.
Così deciso il 17 gennaio 2018

Motivi della decisione

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA