Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 22139 del 17/01/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Ord. Sez. 7 Num. 22139 Anno 2018
Presidente: IZZO FAUSTO
Relatore: TANGA ANTONIO LEONARDO

ORDINANZA
sui ricorsi proposti da:
VISCILLO RENATO nato il 27/02/1989 a FOGGIA
PERRELLA MASSIMO nato il 07/05/1973 a FOGGIA

avverso la sentenza del 27/04/2016 della CORTE APPELLO di BARI
dato avviso alle parti;
sentita la relazione svolta dal Consigliere ANTONIO LEONARDO TANGA;

Data Udienza: 17/01/2018

58)
MOTIVI DELLA DECISIONE
1. I ricorsi proposti dagli imputati in epigrafe avverso sentenza
recante l’affermazione di responsabilità in ordine al reato loro ascritto sono
manifestamente infondati e quindi inammissibili perché contenenti censure non
consentite nel giudizio di legittimità, in quanto concernenti la ricostruzione e la
valutazione del fatto nonché l’apprezzamento del materiale probatorio, profili

fornito una congrua e adeguata motivazione, immune da censure logiche
perché basata su corretti criteri di inferenza, espressi in un ragionamento
fondato su condivisibili massime di esperienza.
1.1. Giova, infine, rammentare che la valutazione dei vari elementi
rilevanti ai fini della dosimetria della pena rientra nei poteri discrezionali del
giudice il cui esercizio (se effettuato nel rispetto dei parametri valutativi di cui
all’art. 133 c.p., come nel caso di specie) è censurabile in cassazione solo
quando sia frutto di mero arbitrio o di ragionamento illogico. Ciò che qui deve
senz’altro escludersi (sez. 2, n.45312 del 03/11/2015; sez. 4 n.44815 del
23/10/2015).

2. Segue, a norma dell’art. 616 c.p.p., la condanna dei ricorrenti al
pagamento delle spese del procedimento ed al pagamento a favore della Cassa
delle ammende, non emergendo ragioni di esonero, della somma di C 2.000,00
ciascuno a titolo di sanzione pecuniaria.

P.Q.M.

Dichiara inammissibili i ricorsi e condanna i ricorrenti al pagamento
delle spese del procedimento e ciascuno al versamento della somma di duemila
euro alla Cassa delle ammende.

Così deciso il 17/01/2018
Il Consi
Antonio

iere estenso e
onardo

a

D E P C.) S i TATA
IN CA1 .\:CE-11..ER: A

del giudizio rimessi alla esclusiva competenza del giudice di merito che ha

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA