Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 2173 del 17/12/2015


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Ord. Sez. 7 Num. 2173 Anno 2016
Presidente: CITTERIO CARLO
Relatore: DI STEFANO PIERLUIGI

ORDINANZA

sul ricorso proposto da:
NDIAYE BAYE MODOU N. IL 10/10/1985
avverso la sentenza n. 3497/2014 CORTE APPELLO di GENOVA, del
24/02/2015
dato avviso alle parti;
sentita la relazione fatta dal Consigliere Dott. PIERLUIGI DI
STEFANO;

Data Udienza: 17/12/2015

20352-2015

RG

Il Collegio,
letto il ricorso proposto da Ndiaye Baye Modou con atto a firma del difensore
avverso la sentenza sopra indicata che lo condannava per violazione della
normativa sugli stupefacenti
rilevato che con tale ricorso si deducono vizi della motivazione;
osserva:
il ricorso è inammissibile perché si limita a sviluppare scarne motivazioni relative
all’apprezzamento delle prove, richiedendo quindi una attività non consentita in
sede di legittimità.
Valutate le ragioni della inammissibilità risulta equa la condanna alla pena
pecuniaria nella misura di cui in dispositivo.
P.Q.M.
Dichi ra inammissibile il ricorso e condanna il ricorrente al pagamento delle
spes processuali e della somma di € 1000 in favore della Cassa delle Ammende.
Rorr0 il 17 dicembre 2015

ORDINANZA
MOTIVI DELLA DECISIONE

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA