Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 21556 del 07/05/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Ord. Sez. 6 Num. 21556 Anno 2018
Presidente: PAOLONI GIACOMO
Relatore: VILLONI ORLANDO

ORDINANZA

sul ricorso proposto dal

Procuratore Generale presso la Corte di Appello di Salerno
avverso la sentenza n. 297/17 Corte d’Appello di Salerno del 09/02/2018

udita in camera di consiglio la relazione del consigliere, O. Villoni

rilevato

che il PG distrettuale ha proposto ricorso per cassazione avverso la sentenza
con cui la Corte d’Appello di Salerno in sede predibattimentale ha dichiarato
estinto per prescrizione il reato di cui all’art. 337 cod. pen. contestato a Di
Martino Aldo e per il quale l’imputato aveva riportato condanna in primo grado;

Data Udienza: 07/05/2018

che il ricorrente lamenta come la Corte d’Appello, così determinandosi, sia incorsa in una palese violazione di legge, emettendo una sentenza in riforma di
condanna di primo grado senza procedere al dibattimento;

che la censura è manifestamente infondata, non avendo il PG ricorrente considerato che Sez. U n. 28954 del 27/04/2017, Iannelli, Rv. 269810 – peraltro
citata nella stessa pronuncia impugnata – ha espressamente sancito la legittimità

sulla nullità assoluta ed insanabile della sentenza, sempreché non risulti evidente
la prova dell’innocenza dell’imputato, evenienza non riscontrabile nel caso di
specie;

che l’impugnazione deve essere, pertanto, dichiarata inammissibile senza pronuncia sulle spese (ricorrente parte pubblica)

P. Q. M.

dichiara inammissibile il ricorso.

Così deciso il 07/05/2018

Il consigliere
Orla

trrisore
I I knk_

4

Il Presidente
Giacom Paoloni

t 0(3′

di tale modus procedendi poiché la (rilevata) causa estintiva del reato prevale

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA