Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 21369 del 07/05/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Ord. Sez. 6 Num. 21369 Anno 2018
Presidente: PAOLONI GIACOMO
Relatore: DI STEFANO PIERLUIGI

ORDINANZA
sul ricorso proposto da:
LONGO GAETANO nato il 18/09/1952 a CESARO’ parte
offesa nel procedimento c/
– IURI SARA nato il 16/05/1978 a UDINE
– LAVIA RAFFAELE nato il 16/03/1962 a ROSSANO
– LEFEMINE VITO LEONARDO nato il 13/07/1962 a SAMMICHELE DI BARI
– PIACQUADIO ALESSANDRO nato il 01/08/1971 a TOLMEZZO
– FIOR CELESTINO nato il 05/08/1970 a TOLMEZZO
avverso il decreto del 13/01/2018 del GIP TRIBUNALE di UDINE
sentita la relazione svolta dal Consigliere PIERLUIGI DI STEFANO;
MOTIVI DELLA DECISIONE
La Corte, letto il ricorso avverso il decreto di archiviazione sopra
indicato,
rilevato che:
– sono proposti motivi inerenti al merito della decisione;
– avverso il decreto di archiviazione è previsto il reclamo al tribunale nella
sola ipotesi di nullità di cui all’art. 127, comma 5, cod. proc. pen.;
– al di fuori di tale ipotesi, il decreto di archiviazione è un provvedimento
non impugnabile;
– gli argomenti con i quali la difesa intende sostenere la impugnabilità nel
merito del decreto di archiviazione sono manifestamente infondati perché
contrari alle chiare disposizioni del codice di rito,
ritenuto, in conseguenza, che il ricorso sia inammissibile, non potendo

Data Udienza: 07/05/2018

neanche essere convertito ex art. 568 cod. proc. pen. in reclamo, non
deducendosi violazioni del contraddittorio;
ritenuto che le spese, valutate le ragioni della inammissibilità, vadano
determinate nella misura di cui in dispositivo.
P.Q.M.
Dichiara inammissibile il ricorso e condanna il ricorrente al pagamento delle
spese proce suali e della somma di euro quattromila in favore della cassa delle
ammende.

Il Cons
Pierlui

ella camera di consiglio del 7 maggio 2018
sore

il Presidente
Giacornc(

i

Roma, co

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA