Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 21365 del 07/05/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Ord. Sez. 6 Num. 21365 Anno 2018
Presidente: PAOLONI GIACOMO
Relatore: DI STEFANO PIERLUIGI

ORDINANZA

sul ricorso proposto da:
CORFU’ ANGELO nato il 14/11/1972 a GELA
avverso la sentenza del 20/06/2017 della CORTE DI CASSAZIONE di ROMA
sentita la relazione svolta dal Consigliere PIERLUIGI DI STEFANO
MOTIVI DELLA DECISIONE
La Corte,
rilevato che Corfù Angelo presenta, con atto a propria firma, ricorso
straordinario ex art. 625 bis cod. proc. pen. avverso la sentenza del 20 giugno/
7 settembre 2017 di questa Corte;
ritenuto il ricorso inammissibile in quanto “Il ricorso per cassazione avverso
qualsiasi tipo di provvedimento, compresi quelli in materia cautelare, non può
essere proposto dalla parte personalmente, ma, a seguito della modifica
apportata agli artt. 571 e 613 cod.proc. pen. dalla legge 23 giugno 2017, n.
103, deve essere sottoscritto, a pena di inammissibilità, da difensori iscritti
nell’albo speciale della Corte di Cassazione” (Sez. U, Sentenza n. 8914 del
21/12/2017 Cc. (dep. 23/02/2018) Rv. 272010);
ritenuto che in conseguenza vada dichiarata la inammissibilità senza
formalità di procedura ex art. 610, comma 5 bis, cod. proc. pen. con
applicazione della pena pecuniaria nella misura determinata in dispositivo.
PQM
Dichiara narnmissibile il ricorso e condanna il ricorrente al pagamento delle spese
mma di euro quattromila in favore della cassa delle ammende.
nella camera di consiglio del 7 maggio 2018

Data Udienza: 07/05/2018

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA