Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 21363 del 07/05/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Ord. Sez. 6 Num. 21363 Anno 2018
Presidente: PAOLONI GIACOMO
Relatore: DI STEFANO PIERLUIGI

ORDINANZA

sul ricorso proposto da:
BRAGHINI VINCENZO nato il 15/05/1974 a BRESCIA
avverso la sentenza del 26/10/2017 della CORTE APPELLO di BRESCIA
sentita la relazione svolta dal Consigliere PIERLUIGI DI STEFANO;
MOTIVI DELLA DECISIONE
La Corte, letto il ricorso proposto da Braghini VIncenzo avverso la sentenza in
epigrafe;
rilevato che il ricorso – che peraltro nello sviluppo dei motivi fa riferimento ad
un provvedimento diverso dalla sentenza che dichiara di impugnare – non è stato
presentato da un difensore abilitato, come imposto dall’art. 613 cod. proc. pen.;
ritenuto che in conseguenza vada dichiarata la inammissibilità senza formalità
di procedura ex art. 610, comma 5 bis, cod. proc. pen. con applicazione della pena
pecuniaria nella misura determinata in dispositivo.
P.Q.M.
Dichiara inam issibile il ricorso e condanna il ricorrente al pagamento delle spese
processu
Ro

e cella s mnna di euro 4000 in favore della cassa delle ammende.
a, co ì deci o nella camera di consiglio del 7 maggio 2018

Il Cor iglier este qSsore
Pie luigi i Ste ano

il Presidente
Giacomo/Paolo4i

Data Udienza: 07/05/2018

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA