Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 21247 del 04/04/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Ord. Sez. 7 Num. 21247 Anno 2018
Presidente: CIAMPI FRANCESCO MARIA
Relatore: PICARDI FRANCESCA

ORDINANZA
sul ricorso proposto da:
CERUSO FRANCESCO nato il 08/07/1987 a NOCERA INFERIORE

avverso la sentenza del 27/06/2017 della CORTE APPELLO di SALERNO
dato avviso alle parti;
sentita la relazione svolta dal Consigliere FRANCESCA PICARDI;

Data Udienza: 04/04/2018

o

MOTIVI DELLA DECISIONE

Francesco Ceruso ricorre avverso la sentenza di cui in epigrafe che lo ha riconosciuto
colpevole del reato di cui all’art. 73, comma 5, del d.P.R. n. 309 del 1990.
A motivo del ricorso lamenta la mancanza e manifesta illogicità della motivazione in ordine
alla condotta di spaccio, all’elemento soggettivo ed all’applicazione dell’art. 129 c.p.p.
Il ricorso è inammissibile, in quanto le censure formulate sono del tutto generiche e non
enunciano le ragioni di fatto e di diritto che le sorreggono, omettendo, peraltro, di tenere conto che

proposito va sottolineato che il giudice di primo grado ha ampiamente motivato sugli elementi
probatori sintomatici dell’attività di spaccio (la detenzione all’esterno dell’abitazione di quantità ben
superiori al consumo personale, pari, in considerazione del dato ponderale, a circa 81 dosi medie
“senza dubbio incompatibile con l’uso personale in assoluto ed in quel momento”).
Alla

inammissibilità

del

ricorso,

riconducibile

a

colpa

del

ricorrente

(Corte

Cost.sent.n.186/2000) consegue la condanna del ricorrente medesimo al pagamento delle spese
processuali e di una somma che congruamente si determina in 3000 euro, in favore della cassa
delle ammende.

P.Q.M.

Dichiara inammissibile il ricorso e condanna il ricorrente al pagamento delle spese processuali
e al versamento della somma di C 3.000,00 in favore della cassa delle ammende.
Così deciso in Roma il 4 aprile 2018

Il Consigliere estensore

Il Presidente

in caso di doppia conforme le motivazioni delle sentenze di merito si integrano tra di loro. In

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA