Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 20925 del 07/02/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Sent. Sez. 7 Num. 20925 Anno 2018
Presidente: BRUNO PAOLO ANTONIO
Relatore: GUARDIANO ALFREDO

SENTENZA
sul ricorso proposto da:
CAPUTO CARLA nato il 25/11/1964 a NAPOLI

avverso la sentenza del 18/11/2015 della CORTE APPELLO di NAPOLI
dato avviso alle parti;
sentita la relazione svolta dal Consigliere ALFREDO GUARDIANO;

Data Udienza: 07/02/2018

FATTO E DIRITTO
1. Con la sentenza di cui in epigrafe la corte di appello di Napoli
confermava la sentenza con cui il tribunale di Napoli, in data 8.11.2010,
aveva condannato Caputo Carla alla pena ritenuta di giustizia, in
relazione al reato di cui al n. 2) dell’imputazione.
2.

Avverso la sentenza della corte territoriale, di cui chiede

lamentando violazione di legge e vizio di motivazione, con riferimento
alla inadeguata valutazione delle risultanze processuali, operata dal
giudice di appello ed alla mancata concessione delle attenuanti
generiche e della non menzione della condanna nel certificato del
casellario giudiziale.
3.

La sentenza impugnata deve essere annullata senza rinvio, per

intervenuta estinzione per prescrizione del reato per cui si è proceduto.
Il termine di prescrizione del reato di cui si discute, infatti, risulta
perento alla data del 28.3.2016.
Di conseguenza, in ossequio al principio della immediata declaratoria di
determinate cause di non punibilità sancito dall’art. 129 c.p.p.,
applicabile anche nel giudizio di cassazione, non ricorrendo l’evidente
inammissibilità del ricorso presentato nell’interesse dell’imputata,
incentrato su questioni di diritto non manifestamente infondate,
l’estinzione del reato di cui si discute per sopravvenuta prescrizione va
rilevata in questa sede, in essa assorbite, agli effetti penali, tutte le
ulteriori censure difensive (cfr. Cass., sez. VI, 26.3.2008, n. 21459, rv.
240066).
P.Q.M.
annulla senza rinvio la sentenza impugnata perché il reato è estinto per
prescrizione.
Così deciso in Roma il 7.2.2018.

l’annullamento, ha proposto ricorso per cassazione l’imputata,

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA