Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 20360 del 17/04/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Ord. Sez. 7 Num. 20360 Anno 2018
Presidente: GALLO DOMENICO
Relatore: AIELLI LUCIA

ORDINANZA
sui ricorsi proposti da:
CAPASSO IVAN nato il 03/11/1994 a LOVERE
CROCETTA GUIDO nato il 30/08/1968 a CUNEO
CROCETTA WILLIAM nato il 21/09/1993 a CUNEO

avverso la sentenza del 31/05/2017 della CORTE APPELLO di TORINO
dato avviso alle parti;
sentita la relazione svolta dal Consigliere LUCIA AIELLI;

Data Udienza: 17/04/2018

In fatto e in diritto

Crocetta Guido, Crocetta William e Capasso Ivan ricorrono avverso la sentenza della Corte
d’appello di Torino del 31/5/2017 che in parziale riforma della sentenza del GUP del Tribunale
di Torino, aveva ridotto la pena a loro inflitta in ordine ai reati a loro ascritti , chiedendone
l’annullamento ex art. 606 lett. b) ed e) c.p.p., per violazione di legge e illogicità della

I ricorsi sono tutti inammissibili in quanto generici e manifestamente infondati .
In tema di determinazione della pena nel reato continuato, non sussiste obbligo di specifica
motivazione per ogni singolo aumento, essendo sufficiente indicare le ragioni a sostegno della
quantificazione della pena-base. (Sez. 2, 34662/2016, Rv. 267721; Sez. 2, 18944/217, Rv.
279361; Sez. 3, 44931/2016; Rv. 271787)
Alla dichiarazione di inammissibilità del ricorso segue la condanna dei ricorrenti che lo ha
proposto, al pagamento delle spese processuali e della somma di euro 3.000,00 ciascuno alla
Cassa della ammende .
P.Q.M.
Dichiara inammissibili i ricorsi e condanna i ricorrenti al pagamento delle spese processuali e
ciascuno al versamento della somma di euro 3.000,00 alla Cassa delle ammende.

Così deciso il 17/4/2018
Il Consigliere estensore
Lucia Aielli

Il Presidente
Do4enico Ga lo

motivazione avuto riguardo alla determinazione della pena in relazione alla continuazione.

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA