Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 20249 del 11/04/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Ord. Sez. 6 Num. 20249 Anno 2018
Presidente: PETRUZZELLIS ANNA
Relatore: TRONCI ANDREA

ORDINANZA
sul ricorso proposto da:

SCAPECCHI LINA nata il 19/05/1952 a CIVITELLA IN VAL DI CHIANA

avverso la sentenza del 09/11/2017 della CORTE d’APPELLO di FIRENZE

visti gli atti, il provvedimento impugnato e il ricorso;

udita la relazione svolta dal Consigliere ANDREA TRONCI;

Data Udienza: 11/04/2018

RITENUTO IN FATTO E CONSIDERATO IN DIRITTO

1.

Il difensore di fiducia di LINA SCAPECCHI impugna la sentenza indicata in

epigrafe, con cui la Corte d’appello di Firenze ha confermato la pronuncia emessa
dal Tribunale dello stesso capoluogo, di condanna della prevenuta a pena di
giustizia, in relazione a molteplici episodi di evasione dal luogo di detenzione
domiciliare, ai sensi del combinato disposto degli artt. 47 ter L. n. 354/1975 e

2.

Va nondimeno da subito rilevato che le doglianze formalizzate nell’interesse

della detta imputata risultano del tutto eccentriche rispetto al contenuto della
sentenza di cui sopra, poiché afferiscono esclusivamente al diverso reato
previsto e punito dall’art. 95 D.P.R. n. 115/2002, onde non si sottraggono ad
una preliminare valutazione di genericità.
Seguono le statuizioni di cui all’art. 616 cod. proc. pen., nella misura di
giustizia di seguito indicata.
P.Q.M.
Dichiara inammissibile il ricorso e condanna la ricorrente al pagamento delle
spese processuali e della somma di C 4.000,00 in favore della cassa delle
ammende.
Così deciso in Roma, 1’11.04.2018
Il consiglie

stensore

Il presidente

385 cod. pen.

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA