Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 19972 del 11/04/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Ord. Sez. 7 Num. 19972 Anno 2018
Presidente: PALLA STEFANO
Relatore: SCARLINI ENRICO VITTORIO STANISLAO

ORDINANZA
sul ricorso proposto da:
GIMMELLI MARTINO nato il 04/01/1954 a MONTEFORTE IRPINO parte offesa nel
procedimento
c/
NIGRO DIEGO nato il 21/09/1972 a AVELLINO

avverso l’ordinanza del 02/03/2017 del GIP TRIBUNALE di AVELLINO
dato avviso alle parti;
sentita la relazione svolta dal Consigliere ENRICO VITTORIO STANISLAO
SCARLINI;

Data Udienza: 11/04/2018

RITENUTO IN FATTO

1 – Il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Avellino disponeva
l’archiviazione del procedimento instaurato nei confronti di Diego Nigro, su
denuncia della persona offesa Martino Gimmelli, per i delitti di esercizio arbitrario
delle proprie ragioni e di lesioni personali aggravate, per l’inammissibilità
dell’opposizione dello Gimmelli che aveva richiesto l’audizione di persona non
presente al momento e nel luogo del fatto.

contraddittorio concretatosi nella valutazione del giudice della concludenza della
prova e non della sua sola pertinenza.
3 – Il ricorrente ha depositato memoria nella quale ha ribadito le ragioni del
motivo di ricorso.

CONSIDERATO IN DIRITTO

Il ricorso è inammissibile.
1 – Secondo il costante orientamento di questa Corte (da ultimo ribadito da
Sez. 6, n. 7472, Benigno, Rv. 269739) non è consentito alla persona offesa
proporre il ricorso per cassazione avverso il decreto di archiviazione (neppure nel
caso in cui la stessa abbia il titolo di difensore iscritto nell’apposito albo).
2 – All’inammissibilità del ricorso segue la condanna del ricorrente al
pagamento delle spese processuali e, versando il medesimo in colpa, anche della
somma di euro 2.000 a favore della Cassa delle ammende.

P.Q.M.

Dichiara inammissibile il ricorso e condanna il ricorrente al pagamento delle
spese del procedimento e della somma di euro 2.000 a favore della Cassa delle
ammende.
Così deciso, in Roma 1’11 aprile 2018.

2 – Propone ricorso personale il Gimmelli, lamentando la violazione del

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA