Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 1943 del 10/11/2015


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Sent. Sez. 6 Num. 1943 Anno 2016
Presidente: CARCANO DOMENICO
Relatore: DI STEFANO PIERLUIGI

SENTENZA
sul ricorso proposto da:
FEKETE SANDOR N. IL 05/04/1976
avverso la sentenza n. 11/2015 CORTE APPELLO di VENEZIA, del 06/06/2015
sentita la relazione fatta dal Consigliere Dott. PIERLUIGI DI STEFANO;
lette/sentite le conclusioni del PG Dott. GIOVANNI DI LEO che ha chiesto
l’annullamento senza rinvio
MOTIVI DELLA DECISIONE
La Corte,
letta la sentenza della Corte di Appello di Venezia che il 6 luglio 2015 ha
dichiarato la sussistenza delle condizioni per la estradizione di Fekete Sandor
richiesta dalla Repubblica del Montenegro in base al provvedimento di arresto
emesso dal Tribunale di Bar l’ 8 settembre 2014 in esecuzione della sentenza del
14 aprile 2014 che condannava il ricorrente alla pena di mesi sei di reclusione per
la cessione di marijuana commessa il 26 maggio 2012 e la detenzione di altra dose
della stessa sostanza;
rilevato che la Corte ha ritenuto la sussistenza delle condizioni per
l’estradizione e che, in particolare, secondo quanto comunicato dall’ autorità
richiedente, pur essendo stato svolto il processo in absentia, è comunque
ammessa la sua riapertura;
letto il ricorso del difensore che si limita a dedurre che la condanna è stata
disposta in contumacia e che, poiché la pena residua da scontare è di mesi quattro
di reclusione, non è raggiunta la soglia minima che consente l’estradizione;

Data Udienza: 10/11/2015

rilevato che risulta dal fascicolo che, nelle more, l’ arresto a fini estradizionali
ha avuto durata pari alla pena da scontare in Montenegro, essendo quindi venute
meno le condizioni per la consegna.
P.Q.M.
Annulla senza rinvio la sentenza impugnata perché la pena da eseguire è stata
scontata interamente in Italia. Manda alla cancelleria per gli adempimenti e le
comunicazioni di rito al Ministro della Giustizia ex art. 203 disp. att. Cod. proc.
pen.

Il Co

liere estensore
i Stefano

• e .1
‘,ano

Roma osì deciso nella camera di consiglio de O nore 2015

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA