Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 18971 del 10/01/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Ord. Sez. 7 Num. 18971 Anno 2018
Presidente: PEZZULLO ROSA
Relatore: MICHELI PAOLO

ORDINANZA
sul ricorso proposto da:
SCASSO SALVATORE nato il 23/08/1979 a PALERMO

avverso la sentenza del 16/12/2016 della CORTE APPELLO di PALERMO
dato avviso alle parti;
sentita la relazione svolta dal Consigliere PAOLO MICHELI;

Data Udienza: 10/01/2018

FATTO E DIRITTO

Il difensore di Salvatore Scasso ricorre per cassazione avverso la pronuncia indicata
in epigrafe, emessa nei confronti del suo assistito dalla Corte di appello di Palermo; la

delinquere e furto aggravato (sia consumato che tentato).
Il ricorrente lamenta vizi della motivazione della sentenza impugnata, con riguardo
alla valutazione delle risultanze processuali da cui sarebbe stata ricavata la presunta
prova della colpevolezza dell’imputato: in ogni caso, non appare dimostrato l’ipotizzato
ruolo apicale che lo Scasso avrebbe rivestito all’interno del sodalizio.
Il ricorso appare inammissibile, per genericità e manifesta infondatezza dei motivi di
doglianza.
A fronte di una motivazione puntuale e completa, sviluppata dalla Corte di appello
per illustrare la fondatezza dell’assunto accusatorio (anche richiamando il contenuto di
intercettazioni già valorizzate nella sentenza di primo grado), la difesa si limita a
indicazioni meramente assertive, senza neppure precisare quali risultanze processuali
avrebbero smentito la ricostruzione accusatoria.
Ai sensi dell’art. 616 cod. proc. pen., segue la condanna dell’imputato al pagamento
delle spese del procedimento, nonché – ravvisandosi profili di colpa nella determinazione
della causa di inammissibilità, in quanto riconducibile alla sua volontà (v. Corte Cost.,
sent. n. 186 del 13/06/2000) – a versare in favore della Cassa delle Ammende la somma
di C 2.000,00, così equitativamente stabilita in ragione dei motivi dedotti.

P. Q. M.
Dichiara inammissibile il ricorso, e condanna il ricorrente al pagamento delle spese processuali
e della somma di C 2.000,00 in favore della Cassa delle Ammende.

Così deciso il 10/01/2018.

declaratoria di penale responsabilità dell’imputato riguarda addebiti di associazione per

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA