Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 18849 del 26/01/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Ord. Sez. 3 Num. 18849 Anno 2017
Presidente: CAVALLO ALDO
Relatore: MACRI’ UBALDA

Data Udienza: 26/01/2017

ORDINANZA

sul ricorso proposto dal Procuratore Generale della Repubblica presso il Tribunale
di Milano nel procedimento nei confronti di Munir Ahmad, nato in Pakistan il
19.1.1956,
avverso la sentenza del Tribunale di Busto Arsizio in data 22.2.2014,
visti gli atti, il provvedimento impugnato ed il ricorso;
udita la relazione svolta dal consigliere Ubalda Macrì;
letta la memoria scritta del Pubblico Ministero, in persona del Sostituto
Procuratore generale, Mario Fraticelli, che ha concluso chiedendo di dichiararsi il
non luogo a provvedere e la restituzione degli atti alla Corte d’Appello di Milano,
H sezione penale;

RITENUTO IN FATTO

1. Con missiva in data 22.1.2016 pervenuta presso questa Corte in data
27.1.2016, il Presidente della seconda sezione penale della Corte d’Appello di
Milano ha ordinato la trasmissione del fascicolo relativo al procedimento n.
4640/2015 per la decisione sul ricorso proposto dal Procuratore generale avverso
la sentenza pronunciata dal Tribunale di Busto Arsizio in data 22.4.2014 ai sensi
dell’art. 129 c.p.p., rappresentando che il ricorso era stato erroneamente
convertito in appello, con ordinanza Cass. 32343/15 del 23.7.2015.

2.Questa Sezione aveva ritenuto convertirsi in appello il ricorso per saltum
del Pubblico Ministero, ai sensi dell’art. 569, comma 3, c.p.p., essendo stato

IA/h

lamentato il vizio della motivazione manifestamente contraddittoria ed illogica
della sentenza ed aveva disposto la trasmissione degli atti alla Corte d’Appello di
Milano territorialmente competente.

CONSIDERATO IN DIRITTO

3.La restituzione degli atti da parte del Presidente della II sezione penale
della Corte d’Appello di Milano con una lettera di trasmissione personale è del

Generale. Il fascicolo va ritrasmesso alla Corte territoriale perché provveda a
celebrare il giudizio di appello.

P.Q.M.
Dichiara non luogo a provvedere e dispone la restituzione degli atti alla Corte
d’Appello di Milano, seconda sezione penale.
Così deciso, il 26 gennaio 2017.

tutto irrituale. Per giunta immotivata, come segnalato dallo stesso Procuratore

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA