Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 1871 del 29/11/2012


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Ord. Sez. 7 Num. 1871 Anno 2013
Presidente: AGRO’ ANTONIO
Relatore: DI SALVO EMANUELE

ORDINANZA

sul ricorso proposto da:
COCO MICHELE N. IL 31/10/1965
avverso il decreto n. 397/2011 GIP TRIBUNALE di LUCERA, del
08/03/2012
dato avviso alle parti;
sentita la relazione fatta dal Consigliere Dott. EMANUELE DI
SALVO;

Data Udienza: 29/11/2012

OSSERVA

t

Coco Michele , in qualità di persona offesa , ricorre per cassazione avverso
l’ordinanza di archiviazione emessa dal Gip del Tribunale di Lucera in data 8-3-12
, nel procedimento a carico di D’Alessandro Giuseppe .
Il ricorrente deduce abnormità del provvedimento impugnato , consistente nella
mancata valutazione di elementi pregnanti , indicati nell’atto di denuncia —querela

Risulta dagli atti che il prowedimento impugnato venne emesso all’esito di udienza
camerale , a seguito dell’opposizione alla richiesta di archiviazione presentata dal
p.m. In relazione a tale sequenza procedimentale , l’art 409 co 6 cpp dispone che
l’ordinanza di archiviazione sia ricorribile per cassazione soltanto nei casi di cui
all’ad 127 co 5 cpp e cioè per violazione delle norme che disciplinano
l’instaurazione e l’esplicazione del contraddittorio. Nessun altro vizio del
provvedimento è dunque deducibile per cassazione. Esulando da tale ambito i vizi
dedotti , che attengono all’impianto motivazionale del provvedimento, il ricorso , a
norma dell’ad 606 co 3 cpp , va dichiarato inammissibile.
Consegue alla dichiarazione di inammissibilità la condanna del ricorrente al
pagamento delle spese processuali e della somma di euro 500 , determinata
secondo equità, in favore della Cassa delle ammende.

PQM
dichiara inammissibile il ricorso e condanna il ricorrente al pagamento delle spese
del procedimento e di una somma a favore della cassa delle ammende di euro
cinquecento.
Così deciso in Roma il 29-11-12.

nonché nell’atto di opposizione alla richiesta di archiviazione.

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA