Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 18532 del 16/03/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Ord. Sez. 3 Num. 18532 Anno 2018
Presidente: RAMACCI LUCA
Relatore: SCARCELLA ALESSIO

ORDINANZA
sui ricorsi proposti da:
TABABI MOHAMED BEN MOBARAK nato il 07/08/1989
IALLONGO ROBERTO nato il 22/05/1966 a ROMA
IALLONGO MAURIZIO nato il 17/01/1963 a ROMA

avverso l’ordinanza del 12/07/2017 del TRIB. LIBERTA’ di ROMA
sentita la relazione svolta dal Consigliere ALESSIO SCARCELLA
sentite le conclusioni del PG dott. SANTE SPINACI, che conclude chiedendo che si
proceda alla correzione dell’errore materiale;

Data Udienza: 16/03/2018

RITENUTO IN FATTO

1. Con nota 15.12.2017, il Tribunale di Roma segnalava l’esistenza di un errore
materiale nella sentenza di questa Corte emessa in data 15.11.2017 nei confronti
del TAIBI MOHAMED BEN MOBARAK n. 7.08.1989 in Tunisia, essendo invece le
esatte generalità quelle di TABABI MOHAMED BEN MOBARAK n. 7.08.1989 in pari

CONSIDERATO IN DIRITTO

2. La richiesta di correzione deve essere accolta.

3. Ed invero, deve rilevarsi che ricorrono le condizioni per l’applicazione dell’art.
130, c.p.p.
In particolare, la correzione parziale delle generalità (TABABI anziché TAIBI) del
condannato inficia il ruolo dell’udienza camerale 15.11.2017 (r.g. 39982/2017)
con un errore che non ne determina la nullità, la cui eliminazione non comporta
una modificazione essenziale dell’atto.
Ricorrono dunque le condizioni per la correzione, atteso che è legittima l’instaurazione della procedura di incidente di esecuzione per la correzione dell’errore materiale relativo all’erronea indicazione delle generalità del condannato, essendo
stato questi regolarmente avvisato come indagato, anche se con altro nome (Sez.
1, n. 48349 del 15/11/2012 – dep. 13/12/2012, Ambrosoni, Rv. 254079).
Infatti, la sentenza di questa Corte è stata emessa nei confronti di soggetto ristretto in regime di detenzione cautelare carceraria, essendo infatti stata data
comunicazione del dispositivo di inammissibilità della sentenza al detenuto ex art.
94, disp. Att., c.p.p.

P.O.M.

La Corte ordina la correzione dell’errore materiale del ruolo dell’udienza camerale
15.11.2017 (r.g. 39982/2017) in cui è stato deciso il ricorso proposto da TABABI
MOHAMED BEN MOBARAK n. 7.08.1989 in Tunisia, nel senso che laddove il nome
del ricorrente è indicato in TAIBI MOHAMED BEN MOBARAK lo stesso deve invece
essere corretto in quello di TABABI MOHAMED BEN MOBARAK, fermo restando
quant’altro. Manda alla Cancelleria per le prescritte annotazioni.
Così deciso in Roma, nella sede della S.C. di Cassazione, il 16 marzo 2018

data e luogo.

Aless

estensore
Ila

Pr dente
Luc Rarnac

Il Consi

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA