Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 17956 del 12/12/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Sent. Sez. 1 Num. 17956 Anno 2018
Presidente: MAZZEI ANTONELLA PATRIZIA
Relatore: FIORDALISI DOMENICO

SENTENZA
sul ricorso proposto da:
AMERICO MATTEO nato il 18/12/1986 a CERIGNOLA

avverso l’ordinanza del 20/03/2017 del TRIBUNALE di FOGGIA
sentita la relazione svolta dal Consigliere DOMENICO FIORDALISI;
lette/sentite le conclusioni del PG

Data Udienza: 12/12/2017


Il Procuratore generale Simone Perelli chiede dichiararsi l’inammissibilità
del ricorso.

RITENUTO IN FATTO E CONSIDERATO IN DIRITTO

1.

Americo Matteo ricorre avverso l’ordinanza emessa in data

20/03/2017 dal Tribunale di Foggia quale giudice
dell’esecuzionePeducendo erronea applicazione dell’art. 81 cod. pen. in

contraddittorietà della motivazione. Con atto del 21 novembre 2017 il
ricorrente ha rinunciato al ricorso.

2.

Il ricorso a seguito della rinuncia diviene inammissibile e il ricorrente

va condannato al pagamento della somma di 500,00 euro in favore della
Cassa delle ammende.

3.

Ne consegue la condanna del ricorrente al pagamento delle spese

del procedimento, nonché al versamento in favore della Cassa delle
Ammende di una somma determinata, equamente, in Euro 500,00 tenuto
conto del fatto che non sussistono elementi per ritenere che “la parte
abbia proposto ricorso senza versare in colpa nella determinazione della
causa di inammissibilità” (Corte cost. n. 186 del 13/06/2000).

P.Q.M.

Dichiara inammissibile il ricorso e condanna il ricorrente al pagamento
delle spese processuali e della somma di euro cinquecento in favore
della Cassa delle ammende.

Così deciso il 12/12/2017.

Il Consigliere estensore

Il Presidente

llomenico Fiordalisi

Antonella Mazzei

i (iai9n-

CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE
Prima Sezione Penale

Depositata in Cancelleria oggi
Roma, lì

2 O APR. 2018

relazione all’art. 671 cod. proc. pen. ; manifesta illogicità e

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA