Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 17169 del 01/02/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Sent. Sez. 5 Num. 17169 Anno 2018
Presidente: FUMO MAURIZIO
Relatore: BRANCACCIO MATILDE

SENTENZA
sul ricorso proposto da:
DE GAIS VINCENZO nato il 21/02/1973 a NAPOLI

avverso la sentenza del 21/08/2017 del TRIBUNALE di NAPOLI
sentita la relazione svolta dal Consigliere MATILDE BRANCACCIO

Data Udienza: 01/02/2018

RITENUTO IN FATTO

1. Con la sentenza impugnata, emessa il 21 agosto 2017 e depositata in data 29
agosto 2017, il Tribunale di Napoli, in composizione monocratica, ha condannato,
all’esito di giudizio abbreviato, De Gais Vincenzo alla pena di un anno e dieci mesi di
reclusione, oltre alla multa, per il reato di furto in abitazione aggravato.
2. Con ricorso proposto in data 11 ottobre 2017 il pubblico ministero deduce violazione
di legge in relazione al riconoscimento delle circostanze attenuanti generiche,

nel reato ex art. 102 cod. proc. pen.

CONSIDERATO IN DIRITTO
1. Il ricorso deve essere dichiarato inammissibile, senza formalità di procedura, ai sensi
dell’art. 610 comma 5-bis cod. proc. pen.
L’impugnazione, infatti, è stata proposta fuori dai termini prescritti ai sensi dell’art.
585, comma 1, lett. b) e comma 2, lett. c). nei confronti di una sentenza depositata,
come previsto dall’art. 544, comma 2, entro i quindici giorni successivi alla pronuncia.
Il ricorso del pubblico ministero è datato 11 ottobre 2017 e quindi risulta proposto ben
oltre il trentesimo giorno successivo alla data di scadenza del termine per il deposito
della sentenza stabilito dalla legge (il 5 settembre 2017), ultimo utile per proporre
impugnazione.
2. In ogni caso le argomentazioni del ricorso sono manifestamente inammissibili,
risolvendosi nella richiesta di una rivalutazione in fatto delle ragioni esaminate dal
giudice di merito, non consentita in sede di legittimità (ex multis, cfr. Sez. U, n. 6402
del 30/4/1997, Dessimone, Rv. 207944; Sez. U, n. 16 del 19/6/1996, Di Francesco,
Rv. 205621 e, tra le più recenti, Sez. 4, n. 47891 del 28/9/2004, Mauro, Rv. 230568;
nonché, vedi Sez. 6, n. 47204 del 7/10/2015, Musso, Rv. 265482; Sez. 1, n. 42369 del
16/11/2006, De Vita, Rv. 235507).

P.Q.M.

Dichiara inammissibile il ricorso.

Così deciso il 1 febbraio 2018.

Denos itato in CancRII

Roma, il

all’esclusione dell’aggravante della recidiva ed alla mancata dichiarazione di abitualità

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA