Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 16195 del 20/03/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Sent. Sez. 7 Num. 16195 Anno 2018
Presidente: PALLA STEFANO
Relatore: CATENA ROSSELLA

SENTENZA
sul ricorso proposto da:
CUPARO DOMENICA nato il 05/03/1972 a CROTONE

avverso la sentenza del 16/12/2016 della CORTE APPELLO di CATANZARO
dato avviso alle parti;
sentita la relazione svolta dal Consigliere ROSSELLA CATENA;

Data Udienza: 20/03/2018

Fatto e diritto
Con sentenza del 16/12/2016 la Corte d’Appello di Catanzaro confermava la
sentenza di primo grado, con cui Cuparo Domenica era stata condannata a pena
di giustizia per i reati di cui agli artt. 216, comma 1, n. 1 e 2, 219, comma
secondo n. 1, r.d. n. 267/1942, in Lamezia Terme, il 11/02/2002.
Nell’interesse dell’imputata è stato proposto ricorso per cassazione, con il quale
si lamentano vizio di motivazione in riferimento alla valutazione delle prove e si
eccepisce la prescrizione dei reati.
Il ricorso è fondato nella misura in cui i reati risultano prescritti alla data del

mesi sei dalla sentenza dichiarativa di fallimento, oltre al termine di giorni 56 di
sospensione per effetto dell’astensione della difesa all’udienza del 15/11/2011,
con rinvio all’udienza del 10/01/2012. La prescrizione, quindi, ritualmente
eccepita anche in sede di gravame, risulta maturata in epoca antecedente la
sentenza di appello.
Alla luce della motivazione della sentenza impugnata, basata sulla relazione del
curatore fallimentare e sulle risultanze documentali, non emergono estremi per
una pronuncia di proscioglimento ai sensi dell’art. 129, comma secondo, cod.
proc. pen.
La sentenza impugnata va, quindi, annullata senza rinvio per essere i reati
ascritti alla Cuparo Domenica estinti per prescrizione.

P.Q.M.
Annulla senza rinvio la

sentenza impugnata per essere i reati estinti per

prescrizione.
Così deciso in Roma, il 20 marzo 2018
Il Componente estensore

Il Presidente

06/10/2014, considerato il termine massimo di prescrizione, pari ad anni dodici

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA