Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 15863 del 09/02/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Sent. Sez. 6 Num. 15863 Anno 2018
Presidente: CARCANO DOMENICO
Relatore: VIGNA MARIA SABINA

SENTENZA
sul ricorso proposto da:
BORRIELLO CIRO nato il 05/02/1957 a TORRE DEL GRECO

avverso l’ordinanza del 21/08/2017 del TRIB. LIBERTA’ di NAPOLI
sentita la relazione svolta dal Consigliere MARIA SABINA VIGNA;
sentite le conclusioni del PG PIETRO MOLINO che che chiesto la declaratoria di
inammissibilita’ del ricorso per rinuncia.
~il dire i isore

Data Udienza: 09/02/2018

RITENUTO IN FATTO
1. Con il provvedimento impugnato, il Tribunale di Napoli, in funzione di
tribunale del riesame, ha riformato l’ordinanza applicativa della custodia
cautelare in carcere nei confronti di Ciro Boriello emessa dal Giudice per le
indagini preliminari del Tribunale di Torre Annunziata il 28 luglio 2017 in
relazione al delitto di corruzione aggravata (capo 9), sostituendo la misura della
custodia cautelare in carcere con quella degli arresti domiciliari con il braccialetto

2.

Ricorre Ciro Borriello, a mezzo dei difensori avv. Maurizio Paniz e

Giancarlo Panariello, e chiede l’annullamento dell’ordinanza impugnata, per i
motivi delineati negli atti depositati.

CONSIDERATO IN DIRITTO

1. Come comunicato dalla difesa del ricorrente, unitamente alla rinuncia al
ricorso, il Giudice per le indagini preliminari di Torre Annunziata ha,
tempore,

medio

revocato la misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti

dell’indagato.

2. Ne discende l’inammissibilità del ricorso per sopravvenuta carenza di
interesse a mente dell’art. 591, comma 1, lett. a), cod. proc. pen.

P.Q.M.
Dichiara inammissibile il ricorso per sopravvenuta carenza d’interesse.
Così deciso il 9 febbraio 2018

elettronico.

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA