Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 1547 del 20/11/2012


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Ord. Sez. 7 Num. 1547 Anno 2013
Presidente: SIOTTO MARIA CRISTINA
Relatore: CAVALLO ALDO

ORDINANZA

sul ricorso proposto da:
1) NIRO MASSIMO N. IL 26/06/1968
avverso l’ordinanza n. 4356/2011 TRIB. SORVEGLIANZA di
MILANO, del 27/07/2011
dato avviso alle parti;
sentita la relazione fatta dal Consigliere Dott. ALDO CAVALLO;

Data Udienza: 20/11/2012

Ritenuto in fatto

– che il Tribunale di Sorveglianza di Milano, con il provvedimento indicato
in epigrafe, ha rigettato l’istanza di affidamento in prova in casi particolari
proposta da Niro Massimo;

– che in data 1° agosto 2011 il detenuto ha presentato dichiarazione
d’impugnazione dell’indicato provvedimento, riservando al proprio

Considerato in diritto

– che non avendo il ricorrente presentato nei termini I motivi a sostegno
dell’impugnazione, ne va dichiarata l’inammissibilità ex art. 591 lett. c)
cod. proc. pen.;

– che all’inammissibilità del ricorso consegue la condanna del ricorrente al
pagamento delle spese processuali e – non ricorrendo ipotesi di esonero al versamento di una somma alla cassa delle ammende, congruamente
determinabile in C 500,00, ai sensi dell’art. 616 cod. proc. pen.;

P.Q.M.

dichiara inammissibile il ricorso e condanna il ricorrente al pagamento
delle spese processuali e al versamento della somma di C 500,00 alla
Cassa delle Ammende.
Così deciso in Roma, il 20 novembre 2012.

difensore la presentazione dei motivi a sostegno del gravame;

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA