Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 15183 del 20/03/2015


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Sent. Sez. 4 Num. 15183 Anno 2015
Presidente: ZECCA GAETANINO
Relatore: MARINELLI FELICETTA

SENTENZA

sul ricorso proposto da:
BEJZAKU ELIZABETA N. IL 08/01/1979
avverso la sentenza n. 1191/2013 TRIBUNALE di FERRARA, del
17/01/2014
visti gli atti, la sentenza e il ricorso
udita in PUBBLICA UDIENZA del 20/03/2015 la relazione fatta dal
Consigliere Dott. FELICETTA MARINELLI
f)
Udito il Procuratore Generale in persona del Dott. t
che ha concluso per e
QL0-22-6″- 3,2-Jet-Jì-cL

e,

v

Uditei(difensor Avv. c/jd-9-,°A.U., Ree/V) CAA-CA1 ,’S ge2.JQciu.)2A–t5 eta. lAGUL/1-(P’.
(
CL■ t/A-tS

Q’Ll rt’ika21’°\

Data Udienza: 20/03/2015

2.

Con sentenza del 17/01/2014 il Tribunale di Ferrara
dichiarava Beizaku Elizabeta responsabile del reato
di cui all’art.116, comma 13 del D.L.vo n..285/92 e la
condannava alla pena di euro 2.257,00 di ammenda,
oltre al pagamento delle spese processuali.
Avverso tale sentenza Bejzaku Elizabeta personalmente
proponeva ricorso per cassazione
per
ottenerne
l’annullamento e la censurava per il seguente motivo:
1) Mancata notifica dell’avviso ex art.415 bis e del
decreto di citazione a giudizio al difensore di
fiducia nominato nel procedimento che ci occupanullità di tutti gli atti conseguenti ai sensi
dell’articolo 178 c.p.p. lett.c e 179, comma l,
c.p.p.. Lamentava la difesa sul punto che già nel
verbale di identificazione e nomina del difensore
la ricorrente aveva nominato proprio difensore di
fiducia l’avv. Alessandro Gabellone del foro di
Ferrara in data 7.02.2011 ma, ciò nonostante,
nessun atto relativo al procedimento che ci occupa,
era stato notificato al predetto difensore.

Considerato in diritto
Il ricorso è fondato.
Risulta
infatti
che
già
nel
verbale
di
identificazione e nomina del difensore datato
7.02.2011 Bejzaku Elizabeta aveva nominato proprio
difensore di fiducia l’avv. Alessandro Gabellone del
foro di Ferrara ma, ciò nonostante, nessun atto
relativo al procedimento che ci occupa e. in
parApolare, né l’avviso di conclusione delle indagini
preliminari ex art.415 bis c.p.p., né il decreto di
citazione a giudizio, erano stati notificati al
predetto difensore. Gli stessi furono invece
notificati al difensore di ufficio, avv. Solinas, che
all’udienza dell’1.10.2013, dopo l’apertura del
dibattimento, dichiarò di essere in procinto di
cancellazione dall’albo degli avvocati.
Tale omessa notifica ha comportato una nullità da
ritenersi assoluta ai sensi dell’art.178 c.p.p.,
lett.c) e dell’articolo 179 comma 1 c.p.p..
La sentenza impugnata deve essere pertanto annullata
con rinvio al Tribunale di Ferrara per nuovo esame.
PQM

Ritenuto in fatto

Annulla la impugnata sentenza con rinvio al Tribunale
di Ferrara per nuovo esame.
Così deciso in Roma il 20.03.2015

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA