Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 15109 del 21/01/2015


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Sent. Sez. 7 Num. 15109 Anno 2015
Presidente: DUBOLINO PIETRO
Relatore: SAVANI PIERO

iv-re
sul ricorso proposto da:
BAGLI ANTONELLA N. IL 31/07/1972
IANNELLI ENZO N. IL 19/06/1961
avverso la sentenza n. 4/2013 TRIBUNALE di CASTROVILLARI, del
25/06/2013
dato avviso alle parti;
sentita la relazione fatta dal Consigliere Dott. PIERO SAVANI;

Data Udienza: 21/01/2015

IN FATTO E DIRITTO
Con la sentenza in epigrafe il Tribunale di Castrovillari, giudice d’appello, assolta la prima dal
delitto di minacce ed il secondo da quello di ingiurie, con rideterminazione della pena, ha
confermato nel resto la sentenza emessa in data 3 ottobre 2012 dal locale Giudice di Pace, appellata
da BAGLI Antonella e IANNELLI Enzo, dichiarati ancora responsabili, la prima del delitto di
ingiurie, e il secondo da quello di minacce, commessi il 14 ottobre 2010.
È stato proposto ricorso per cassazione.
Peraltro è stato trasmesso alla Corte verbale di accettazione di remissione di querela, sottoscritto
davanti alla polizia giudiziaria dagli attuali ricorrenti, con riferimento a pregressa remissione della
querela, che si rinviene nel verbale dell’udienza 21 dicembre 2011, in relazione alla quale in un
primo tempo (ud. 18 gennaio 2012) non v’era stata accettazione.
L’accettazione della remissione comporta l’estinzione dei reati ascritti ai prevenuti con carico di
spese.
P.Q.M.
La Corte annulla senza rinvio la sentenza impugnata, per essere i reati loro ascritti estinti per
remissione della querela. 02. L

Pone le spese processuali ei querelati BAGLI Antonella e IANNELLI Enzo.
Così deciso in Roma il 21 gennaio 2015.

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA