Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 15095 del 21/01/2015


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Ord. Sez. 7 Num. 15095 Anno 2015
Presidente: DUBOLINO PIETRO
Relatore: PALLA STEFANO

ORDINANZA

sul ricorso proposto da:
PALA NICOLO’ N. IL 30/04/1993
avverso la sentenza n. 3464/2013 CORTE APPELLO di GENOVA, del
03/01/2014
dato avviso alle parti;
sentita la relazione fatta dal Consigliere Dott. STEFANO PALLA;

Data Udienza: 21/01/2015

Pala Nicolò ricorre avverso la sentenza 3.1.14 della Corte di appello di Genova che ha confermato,
per il Pala quella in data 18.4.13 del locale tribunale con la quale è stato condannato, per il reato di
rissa aggravata, all’esito di giudizio abbreviato, alla pena di mesi due di reclusione.
Deduce il ricorrente, nel chiedere l’annullamento dell’impugnata sentenza, violazione dell’art.606,
comma 1, lett.e) c.p.p. per essere state illogicamente negate le attenuanti generiche, nonostante

alla guida e al controllo dei minori disadattati.
Osserva la Corte che il ricorso deve essere dichiarato inammissibile, perché manifestamente
infondato, dal momento che i giudici di merito del tutto legittimamente hanno negato le invocate
attenuanti generiche in considerazione della non significatività della documentazione a sostegno
prodotta dalla difesa dell’imputato, indicativa solo di attenzione per il medesimo da parte di uffici
che si occupano dell’educazione e della guida dei minori, sottolineando la pericolosità
dell’imputato, desumibile anche dalla condotta aggressiva tenuta e dalla mancanza di autocontrollo,
trattandosi di parametri considerati dall’art.133 c.p. ed applicabili anche ai fini di cui all’art.62-bis
c.p.
Alla inammissibilità del ricorso segue la condanna del ricorrente al pagamento delle spese
processuali e di una somma in favore della Cassa delle ammende che reputasi equo determinare in
€1.000,00.
P.Q.M.
Dichiara inammissibile il ricorso e condanna il ricorrente al pagamento delle spese processuali e
della somma di € 1.000,00 in favore della Cassa delle ammende.
Roma, 21 gennaio 2015

fosse la vittima della rissa e soggetto preposto, nell’ambito dell’Associazione Libera di Don Ciotti,

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA