Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 14573 del 27/11/2014


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Sent. Sez. 5 Num. 14573 Anno 2015
Presidente: DUBOLINO PIETRO
Relatore: DE BERARDINIS SILVANA

SENTENZA

sul ricorso proposto da:
SACCA’ FEDERICO N. IL 07/07/1972 parte offesa nel procedimento
c/
BARBAROSSA FULVIO N. IL 23/03/1963
avverso il decreto n. 921/2011 GIP TRIBUNALE di LIVORNO, del
10/09/2012
sentita la relazione fatta dal Consigliere Dott. SILVANA DE
BERARDINIS;
lette/s9it1te le conclusioni del PG Dott.

ett

Ake,tt

1419 (euttuNtuvittI Qilk m/u/a
,
,e tee

Qt/~

6,1,J lÌ/

Udit i difensor Avv.;

i

kl/d°

iy11-

0 ‘, C2-2 64-

Data Udienza: 27/11/2014

FATTO E DIRITTO

Con atto depositato in data 2-7-2013 il difensore di SACCA’ Federico ha proposto ricorso per cassazione
avverso la “richiesta di archiviazione”e decreto di archiviazione,in data 10.9.12 del procedimento n.1180/11
RGNR-(richiesta avanzata dal PM presso il Tribunale di Livorno,deducendo,con unico motivo:

–A sostegno del gravame evidenziava che nella querela-proposta il 14 febbraio 2011 per reato di furto
innanzi ai CC. della Stazione di Capraia Isola,i1SACCA’ aveva chiesto di essere informato della eventuale
richiesta di archiviazione proposta dal PM; rappresentava altresì di avere avuto conoscenza della richiesta
di archiviazione e del decreto di archiviazione emesso in data 10.9.2012-solo a seguito di richiesta espressa
all’Ufficio requirente.Pertanto il ricorrente chiedeva l’annullamento del provvedimento di
archiviazione,emesso in violazione dell’art.408 CPP.Allegava verbale di ricezione della denuncia-querela,del
14.2.2011Il PG in Sede ha formulato richiesta di annullamento senza rinvio del provvedimento impugnato.
-Il ricorso risulta dotato di fondamento,vanno a riguardo richiamati,in quanto condivisibili, i rilievi articolati
dal PG.in Sede-ove osserva che “E’ ormai consolidato il principio giurisprudenziale enunciato da questa Corte,secondo cui l’omesso avviso
della richiesta di archiviazione alla persona offesa che ne abbia fatto richiesta determina la nullità del
successivo decreto del giudice delle indagini preliminari,in quanto priva detta parte della facoltà di
proporre opposizione.Tale nullità,insanabile ex art.127 cod.proc.pen.,può essere fatta valere con ricorso
V254103-).Ma secondo la Corte,Sez.3,n.24063 del 13.5.2010-RV247795-spetta al PM,che abbia omesso di
notificare alla persona offesa l’avviso della richiesta di archiviazione,di dedurre e dimostrare l’eventuale
intempestività del ricorso per cassazione contro il decreto di archiviazione proposto dalla persona
offesa.Nel caso di specie il ricorrente assume di aver avuto effettiva conoscenza del decreto in data 17.62013,mediante accesso al fascicolo processuale(cfr.istanza di accesso al fascicolo dell’avv.Porto allora
difensore della persona offesa) e non vi è agli atti prova contraria e il ricorso è stato depositato in data
2.7.2013,nei quindici giorni dall’avvenuta effettiva conoscenza .11 ricorso deve,pertanto,ritenersi tempestivo
in ossequio all’indirizzo giurisprudenziale sopra citato”.
“Quanto al merito dagli atti emerge che effettivamente il ricorrente aveva presentato denuncia-querela e
aveva chiesto di essere avvisato in caso di archiviazione,mentre nessun avviso è stato notificato”.
Il decreto di archiviazione va pertanto annullato senza rinvio,con trasmissione degli atti al Procuratore della
Repubblica competente.

-la violazione dell’art.408 comma secondo CPP.

PQM
Annulla il decreto impugnato senza rinvio e dispone la trasmissione degli atti al PM presso il Tribunale di
Livorno per il corso ulteriore.

-Roma,deciso il 27 novembre 2014

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA