Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 14571 del 27/11/2014


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Sent. Sez. 5 Num. 14571 Anno 2015
Presidente: DUBOLINO PIETRO
Relatore: DE BERARDINIS SILVANA

SENTENZA

sul ricorso proposto da:
VULPE SERGIU N. IL 16/07/1992
avverso la sentenza n. 2761/2013 TRIBUNALE di VELLETRI, del
17/01/2014
sentita la relazione fatta dal Consigliere Dott. SILVANA DE
BERARDINIS;
lette/s.ertfite le conclusioni del PG D tt.

eggeA

Uditi difensor Avv.;

9-e4d2, 144/A

Data Udienza: 27/11/2014

FATTO E DIRITTO

Avverso tale sentenza proponeva ricorso per cassazione il difensore,deducendo:
la mancanza,contraddittorietà o illogicità della motivazione inerente alla confisca del
veicolo.
Evidenziava al riguardo che il giudice aveva erroneamente considerato la vettura
soggetta alla confisca,atteso che il sequestro era stato revocato,dallo stesso giudice
con provvedimento del 9 dicembre 2013Pertanto il ricorrente chiedeva l’annullamento della sentenza impugnata.
Allegava documentazione.
Il PG in fede
a formi ato requisitoria,chiedendo l’annullamento senza rinvio del provvedimento
limitatamente alla disposta confisca dell’autovettura.
Va riltwata l’inammissibilità del ricorso.
Invero,come da documentazione allegata-alla memoria difensiva,depositata il 14
novembre 2014(verbale della PS di Roma,in data 9.12.2013)-risulta essere stato
eseguito il decreto di dissequestro dell’autoveicolo oggetto della disposta
confisca,all’avente diritto-odierno ricorrente,a modifica delle statuizioni di cui alla
sentenza pronunziata ex art.444 CPP.ai sensi dell’art.240 CP.
Pertanto risulta venuto meno l’interesse della parte al ricorso.
Consegue la declaratoria di inammissibilità del gravame,e non ricorrono le condizioni
per la condanna alle spese del procedimento trattandosi di causa sopravvenuta di
inammissibilità ,non imputabile al ricorrente.
PQM

Dichiara inammissibile il ricorso per sopravvenuta carenza di interesse.
Roma,deciso in data 27 novembre 2014.

Con sentenza in data 17.1.14 il Giudice monocratico del Tribunale di Velletri
disponeva ai sensi dell’art.444 CPP.,nei confronti di VULPE Sergiu,imputato del
reato di tentato furto aggravato, l’applicazione di pena concordata tra le parti in mesi
sei di reclusione,E200,00 di multa,concedendo i benefici di legge.
Disponeva altresì la confisca dell’autovettura in sequestro ai sensi dell’art.240
comma primo CP.

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA