Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 14006 del 18/11/2014


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Sent. Sez. 4 Num. 14006 Anno 2015
Presidente: SIRENA PIETRO ANTONIO
Relatore: VITELLI CASELLA LUCA

SENTENZA

sul ricorso proposto da:
URSINO JONATHAN N. IL 19/02/1991
avverso la sentenza n. 4275/2012 TRIBUNALE di CATANIA, del
15/01/2013
visti gli atti, la sentenza e il ricorso
udita in PUBBLICA UDIENZA del 18/11/2014 la relazione fatta dal
Consigliere Dott. LUCA VITELLI CASELLA
Udito il Procuratore Generale in persona del Dott.
che ha concluso per 2(

Udito, per la parte civile, l’Avv,/
Uditi difensor Avv.

/

Data Udienza: 18/11/2014

Ricorrente URSINO ionathan
Ritenuto in fatto

Con sentenza in data 15 gennaio 2013, il Tribunale di Catania, in composizione
monocratica, dichiarava, in esito a giudizio abbreviato,

URSINO Jonathan

colpevole della contravvenzione di cui all’art. 116, comma 13° cod. strada per

aver guidato, in Catania il 24 gennaio 2010, il motoveicolo Honda targato
CV18701, benchè sprovvisto di patente, condannandolo,per l’effetto, alla pena di
euro 3.000,00 di ammenda, concessi all’imputato i doppi benefici di legge.
Avverso la sentenza propone ricorso per cassazione l’imputato per tramite del
difensore, lamentando l’illogicità e la contraddittorietà della motivazione nonché
la violazione dell’art. 133 cod.pen.,per avere il Tribunale, da un lato, fatto cenno
alle pessime qualità morali dell’imputato, desunte dai precedenti penali ( tanto
da indurlo al diniego delle attenuanti generiche ) e

per avere,dall’altro,

riconosciuto allo stesso i doppi benefici di legge, in quanto incensurato, come in
effetti risultava essere.
Considerato in diritto

L’impugnazione è fondata e merita di esser accolta.
Invero il Tribunale è incorso nel lamentato vizio di contraddittorietà ed illogicità
della nnotivazione,fornnulando, agli effetti dell’applicazione dell’art. 133 cod.pen.
e del diniego delle attenuanti generiche, un giudizio negativo sulla personalità
dell’imputato sul presupposto dei precedenti penali (invero insussistenti ) per poi
concedere allo stesso i doppi benefici di legge, tanto consentendo
l’incensuratezza del prevenuto, realmente certificata in atti.
La sentenza impugnata deve quindi esser annullata sul punto, con rinvio al
Tribunale di Catania affinchè lo stesso, in sede di nuovo esame, si pronunzi in
ordine alla rideterminazione del trattamento sanzionatorio,ivi inclusa la
valutazione circa la concessione o meno al prevenuto delle attenuanti generiche,
tenuto conto della incensuratezza dello stesso alla data della pronunzia della
sentenza impugnata.
Per completezza occorre infine aggiungere che, disposto da questa Corte il rinvio
del procedimento limitatamente alla suddette statuizioni, il giudicato
(progressivo) in tal modo formatosi sull’accertamento del reato e sull’affermata
responsabilità dell’imputato, preclude l’applicazione di cause estintive
sopravvenute all’annullamento parziale, attesa la definitività della decisione su
tali parti ( cfr. ex multis: S.U. n. 4904 /1997; Sez. 1 n. 8606/1997; Sez. 3
n.6607/2000; Sez. 4 n.2843/2008; Sez. 3 n.15101/2010).

4_
g/K

PQM

Annulla la sentenza impugnata, limitatamente al trattamento sanzionatorio con
rinvio al Tribunale di Catania; rigetta il ricorso nel resto; visto l’art. 624 cod.
proc.pen. dichiara l’irrevocabilità della sentenza in ordine all’affermazione della
responsabilità penale dell’imputato.

Così deciso in Roma,lì 18 novembre 2014.

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA