Sentenza Sentenza Cassazione Penale n. 13671 del 04/12/2014


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Penale Sent. Sez. 7 Num. 13671 Anno 2015
Presidente: DUBOLINO PIETRO
Relatore: SABEONE GERARDO

ORDINANZA

5 EVYéA/2

ft

sul ricorso proposto da:
ESSOLINO FRANCESCO N. IL 13/02/1967
avverso la sentenza n. 233/2005 GIUDICE DI PACE di CASERTA, del
13/06/2013
dato avviso alle parti;
sentita la relazione fatta dal Consigliere Dott. GERARDO SABEONE ;

Data Udienza: 04/12/2014

RITENUTO IN FATTO
– che con l’impugnata sentenza il Giudice di pace di Caserta ha
condannato Essolino Francesco alla pena di euro 400,00 di multa per il reato di
minacce in danno di Marauta Salvatore;
– che avverso detta sentenza ha proposto ricorso per cassazione

circa la mancata applicazione dell’intervenuta prescrizione nonché in merito al
mancato rispetto delle norme in tema di deposito tempestivo delle sentenze del
Giudice di pace.
CONSIDERATO IN DIRITTO

– che il ricorso va, in effetti, accolto essendo maturato il termine di
prescrizione dell’ascritto reato all’epoca della decisione impugnata, ogni altra
doglianza assorbita;
– invero, il reato, commesso nel marzo 2004, ha avuto quale termine
ordinario di prescrizione, ai sensi dell’articolo 157 cod.pen. quello di anni sette e
mesi sei con termine, quindi, al settembre 2011; a tale termine devono
aggiungersi periodi di sospensione per complessivi anni uno, mesi sette e giorni
ventuno (udienze 12-10-06/15-2-07 e 23-2-12/13-6-13) per l’adesione del
difensore dell’imputato alle agitazioni di categoria, con termine finale di
prescrizione al 21 aprile 2013 e, pertanto, prima dell’impugnata decisione del 13
giugno 2013;
– che, in definitiva, deve procedersi all’annullamento senza rinvio
dell’impugnata sentenza per essere l’ascritto reato estinto per intervenuta
prescrizione;
P. T. M.

La Corte, annulla senza rinvio l’impugnata sentenza perchè il reato è
estinto per intervenuta prescrizione.

Così deciso il 4 dicembre 2014.

l’imputato, a mezzo del proprio procuratore, denunciando una violazione di legge

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA